Banner Leonardo

Federazione moda Italia: i saldi invernali fanno registrare segnali di ripresa a fine gennaio

Il 45 per cento degli intervistati ha dichiarato una crescita (26 per cento) o una stabilità delle vendite (19 per cento)

Roma
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Sebbene i saldi invernali siano partiti a rilento con un calo medio a gennaio del 4,5 per cento nella parte finale del mese si sono registrati segnali di ripresa. In particolare, il 55 per cento delle imprese associate, che ha risposto al questionario, ha rilevato una perdita di fatturato, mentre il restante 45 per cento ha dichiarato una crescita (26 per cento) o una stabilità delle vendite (19 per cento). È quanto emerge dal monitoraggio di Federazione Moda Italia-Confcommercio sull’andamento delle vendite a gennaio. Secondo il presidente di Federazione moda Italia-Confcommercio, Giulio Felloni: “Il recupero nella seconda parte del mese è stato fondamentale per riportare un po’ più di fiducia tra gli operatori commerciali considerando che i saldi stanno proseguendo anche a febbraio con percentuali di sconto sicuramente attrattive. Questo recupero ha permesso di alleggerire i magazzini ed è servito a far fronte agli impegni e alle scadenze con i fornitori, rinunciando però ad una redditività che si è sempre più assottigliata e che mette in difficoltà l’intero comparto”.


“Come emerge dai dati dell’Ufficio studi di Confcommercio – sottolinea Felloni – negli ultimi 10 anni la moda ha perso il 25,5 per cento dei negozi nei nostri centri, vie e piazze. Per questo, Federazione moda Italia con Confcommercio segnala una situazione molto complicata per i negozi di prossimità e, di conseguenza, un grave disagio per la vivibilità delle città e dei centri storici. Peraltro proprio di recente, lo scorso 6 febbraio, negli incontri al Ministero della Cultura e al Tavolo della Moda del Ministero dell’Imprese e del Made in Italy sulla valorizzazione, promozione e tutela del Made in Italy, abbiamo sottolineato il ruolo fondamentale dei negozi di moda in cui convivono, in modo virtuoso, professionalità, qualità ed anche ricerca nel fare commercio in modo innovativo”.

“La sfida per il futuro – conclude Felloni – è quella di coinvolgere istituzioni, fornitori e negozi retail in un progetto di filiera. Abbiamo così avanzato le nostre proposte per una detrazione d’imposta sulla dichiarazione dei redditi sull’acquisto di prodotti di moda Made in Italy e sostenibili; un bonus moda per incentivare la consegna di un prodotto usato nei negozi di prossimità per l’acquisto di un prodotto nuovo; l’introduzione della cedolare secca sugli affitti commerciali condizionata all’obbligo di una congrua riduzione dei canoni di affitto a seguito di specifico accordo tra locatore e conduttore; un sostegno al passaggio generazionale nei negozi di moda; l’inserimento dei negozi e botteghe storici della moda nell’albo delle imprese culturali e creative”.

Leggi anche altre notizie su Nova News

Clicca qui e ricevi gli aggiornamenti su WhatsApp

Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

donald trump

Usa: oggi le primarie repubblicane in Carolina del Sud, Trump strafavorito su Haley

L'ex ambasciatrice alle Nazioni Unite spera in una prestazione migliore del previsto nel suo Stato d'origine, tuttavia i sondaggi attribuiscono all'ex presidente Usa un vantaggio medio a livello statale di circa 30 punti percentuali

La dichiarazione finale del summit di Kiev: ecco i punti principali

I Paesi del G7 chiedono alla Russia “di cessare immediatamente la sua guerra di aggressione e ritirare completamente e incondizionatamente le sue forze militari dal territorio internazionalmente riconosciuto dell’Ucraina”

Draghi alla riunione Ecofin: “Confronto con i ministri sul tema della competitività Ue”

La relazione esaustiva di Draghi è attesa per la fine di giugno. Successivamente, il Consiglio di economia e finanza "elaborerà ulteriormente e metterà in atto le soluzioni individuate"

Niger: la Cedeao annuncia la revoca delle sanzioni “con effetto immediato”

La decisione, ha affermato il presidente della Commissione Cedeao, Omar Alieu Touray, è stata presa “per motivi puramente umanitari” e per alleviare le sofferenze causate alla popolazione nigerine

Il corpo del dissidente russo Navalnyj è stato consegnato alla madre

La donna si trova ancora a Salekhard. I funerali sono ancora in sospeso

Altre notizie

Gaza: lunedì Israele consegnerà alla Corte dell’Aia il rapporto sulle misure per prevenire il genocidio

Il documento redatto dal ministero degli Esteri e della Giustizia si concentrerà sull'ordine di "prevenire e punire l'incitamento diretto e pubblico a commettere genocidio", di adottare misure immediate per "consentire la fornitura di servizi di base"

Cortei a Pisa, Mattarella a Piantedosi: L’autorevolezza delle forze dell’ordine non si misura sui manganelli

Le parole del Capo dello Stato fanno seguito agli eventi di Pisa dove si sono verificati scontri durante un corteo studentesco contro la guerra a Gaza

Gaza, “Axios”: Il nuovo piano di accordo prevede sei settimane di tregua e il rilascio di 40 ostaggi

La proposta, elaborata durante i negoziati avvenuti ieri a Parigi, in Francia, prevede anche la liberazione di centinaia di prigionieri palestinesi detenuti nelle carceri israeliane
houthi mar rosso

Mar Rosso, Centcom: “Possibile disastro ambientale causato da una nave mercantile colpita dagli Houthi”

L’attacco alla nave Rubymar rappresenta il danno più significativo mai inflitto a una nave commerciale da quando gli Houthi hanno iniziato a sparare sulle navi a novembre come forma do rappresaglia contro l'offensiva israeliana a Gaza

Ucraina: Zelensky, Meloni e gli altri leader depongono corone di fiori al Muro del ricordo – video

Situato nei pressi del complesso di San Michele, il Muro del ricordo dei caduti per l’Ucraina rappresenta una delle più toccanti testimonianze riguardanti il conflitto