L’ex procuratore capo per i crimini di guerra, Jack Smith, nominato per le indagini su Trump

Il lavoro di Smith si concentrerà sulle indagini sul tentativo di bloccare la certificazione della vittoria di Joe Biden alle elezioni presidenziali del 2020 e sui documenti classificati che Trump ha portato via dalla Casa Bianca al termine del suo mandato

DONALD TRUMP

Il procuratore generale degli Stati Uniti, Merrick Garland, ha nominato Jack Smith, ex procuratore capo per i crimini di guerra all’Aia, all’incarico di consigliere speciale, con il compito di valutare possibili accuse penali nei confronti dell’ex presidente Donald Trump, nel quadro delle indagini che il dipartimento della Giustizia sta conducendo nei suoi confronti. Lo riferisce una nota. In particolare, il lavoro di Smith si concentrerà sulle indagini sul tentativo di bloccare la certificazione della vittoria di Joe Biden alle elezioni presidenziali del 2020 e sui documenti classificati che Trump ha portato via dalla Casa Bianca al termine del suo mandato.

Immediata la reazione dell’ex presidente. Durante una intervista con l’emittente “Fox News”, Trump ha dichiarato che la nomina di un consigliere speciale è “politicamente motivata”. “Sono sei anni che combatto contro queste situazioni, e non ho intenzione di continuare: mi auguro che tutto il Partito repubblicano abbia il coraggio di combattere”, ha detto Trump, che tre giorni fa ha annunciato la sua candidatura alla Casa Bianca per le elezioni presidenziali del 2024.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook
, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram