Banner Leonardo

Erdogan si conferma presidente della Turchia: “Non abbandoneremo mai la democrazia”

Questo risultato sancisce l’inizio del terzo mandato del leader turco, che rimarrà alla guida del Paese fino al 2028

Ankara
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Il presidente uscente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, ha vinto le elezioni con il 52,1 per cento delle schede al ballottaggio contro lo sfidante Kemal Kilicdaroglu, che si è fermato al 47,9 per cento dei consensi. Questo risultato sancisce l’inizio del terzo mandato del leader turco, che rimarrà alla guida del Paese fino al 2028.


Chi ha vinto “è la Turchia e noi non abbandoneremo mai la democrazia”, ha dichiarato Erdogan. Come riferisce l’emittente panaraba di proprietà saudita “Al Arabiya”, si tratta di un riferimento all’esortazione rivolta ai cittadini turchi dal suo rivale, Kemal Kilicdaroglu, mentre si apprestava a votare in un seggio di Ankara, affinché votassero “per la vera democrazia e la libertà” e “per disfarsi di un regime autoritario”. “Chi è a servizio del popolo non è mai sconfitto”, ha aggiunto Erdogan, che si appresta quindi a iniziare il suo terzo mandato come presidente della Repubblica di Turchia. Nella stessa giornata di ieri, a urne ancora aperte, il neo-riconfermato presidente aveva dichiarato che è tempo di “difendere la volontà del popolo fino all’ultimo”. Inoltre, uscendo dal seggio di Istanbul nel quale aveva appena votato, al gruppo di persone che lo attendeva fuori per applaudirlo, aveva parlato di “calunnie di ogni tipo” pronunciate contro di lui, precisando di “confidare nel buon senso dei cittadini”.

Intanto, il re dell’Arabia Saudita, Salman, e il principe ereditario, Mohammed bin Salman, hanno inviato il loro messaggio di congratulazioni al neo-riconfermato presidente della Turchia. Lo stesso hanno fatto il presidente degli Emirati Arabi Uniti, Mohammed bin Zayed, e i due vice-presidenti, Mohammed bin Rashid e Mansour bin Zayed. Secondo il quotidiano saudita “Arab News”, altri messaggi di congratulazioni a Erdogan sono giunti dal presidente dell’Egitto, Abdel Fattah al Sisi, e dai presidenti di Francia, Russia e Ucraina, rispettivamente Emmanuel Macron, Volodymyr Zelensky e Vladimir Putin, oltre che dal cancelliere tedesco, Olaf Scholz.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook
, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

 

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Usa: la Camera approva la proposta per rifinanziare il governo, ma non ci sono gli aiuti all’Ucraina

La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato una risoluzione continua per il rifinanziamento del governo federale, ed evitare così un b...

Elezioni in Slovacchia: muore per un malore un cittadino al seggio

A causa dell'incidente in questione, le operazioni di voto nel seggio di Povazske Podhradie verranno prolungate fino alle 22:45

Metsola: “L’Italia non sia lasciata sola sui migranti, la questione deve essere una priorità europea”

La presidente del Parlamento europeo dal raduno di Forza Italia di Paestum lancia il monito: “Serve una politica dei rimpatri chiara e sicura”

Roma, uccide la madre e nasconde il corpo in un armadio per dieci giorni

Il movente: l'uomo non voleva confessarle il debito contratto con l’amministratore di condominio
siria

Incursione Usa nel nord della Siria: catturato un “facilitatore” dello Stato islamico

Il 7 luglio 2023, gli Stati Uniti hanno condotto uno bombardamento nel Paese che ha eliminato Usamah al Muhajir, alto esponente del sedicente “califfato” nell'est della Siria

Altre notizie

Ponte sullo Stretto, Salini (Webuild): “Consegnata la documentazione del progetto, siamo pronti a partire”

"Gli esperti devono rivedere il progetto e controllare che sia conforme alle normative, dopo di che saremo pronti a iniziare fisicamente questo sogno di tantissimi italiani"

Riprendono dopo quasi dieci anni i voli di linea tra Italia e Libia – il video

I voli operati dalla compagnia MedSky saranno due a settimana: il sabato e il mercoledì. Il costo del biglietto solo andata è di 1.385 dinari libici (267 euro circa)
guatemala riso

La produzione di riso crolla del 15 per cento: al via la raccolta in Italia

In Italia la produzione è concentrata principalmente al Nord con le aree del Pavese (83 mila ettari) e di Vercelli e Novara (100 mila ettari) che insieme rappresentano il 90 per cento della risicoltura nazionale

La Tunisia estende l’emergenza idrica fino a nuovo avviso

Il Paese ha vietato l'uso dell’acqua potabile per lavare le auto, irrigare le aree verdi e pulire strade e luoghi pubblici