Erdogan: “La costruzione delle relazioni con l’Egitto inizierà con incontri ministeriali”

Nelle dichiarazioni, Erdogan ha parlato anche della possibilità di migliorare i rapporti con la Siria

Il processo di costruzione delle relazioni tra Turchia ed Egitto inizierà con un incontro dei ministri dei due Paesi. Lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in un discorso trasmesso ieri, aggiungendo che i colloqui si svilupperanno a partire dalla stretta di mano con l’omologo egiziano, Abdel Fattah al Sisi, avvenuta a margine della loro partecipazione alla cerimonia di apertura dei mondiali di calcio Fifa 2022 che hanno preso il via in Qatar lo scorso 20 novembre.

In un programma televisivo registrato sabato 26 novembre nella provincia turca di Konya, Erdogan ha affermato di aver parlato con Al Sisi per circa 30-45 minuti durante l’incontro a margine del mondiale. “Abbiamo concordato di svolgere visite ministeriali a basso livello”, ha detto Erdogan, precisando che poi sarà “allargata la portata di questi colloqui”. Nelle dichiarazioni, Erdogan ha parlato anche della possibilità di migliorare i rapporti con la Siria. I rapporti tra Turchia ed Egitto sono diventati tesi dopo il rovesciamento nel 2013 dell’allora presidente Mohamed Morsi, sostenuto da Ankara, da parte da parte di Abdel Fattah Sisi, a quel tempo capo di Stato maggiore delle Forze armate. Solo nel 2021, i due Paesi hanno avviato consultazioni tra alti funzionari del ministero degli Esteri. I funzionari egiziani avevano espresso cautela su qualsiasi riavvicinamento, anche se Erdogan ha affermato a luglio che non vi era motivo per cui i colloqui ad alto livello non dovessero aver luogo.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram