Banner Leonardo

Delitto Giulia Tramontano: ricostruito in aula l’omicidio

Alessandro Impagnatiello, imputato per l'omicidio della ex compagna, si è presentato davanti alla Corte d'Assise di Milano questa mattina

Milano
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Alessandro Impagnatiello, imputato per l’omicidio della ex compagna Giulia Tramontano, si è presentato davanti alla Corte d’Assise di Milano questa mattina: sguardo sempre basso e spesso con il viso tra le mani, mentre avvenivano le prime dichiarazioni dei Carabinieri del Nucleo investigativo che hanno ricostruito l’omicidio e le indagini. La ricostruzione portata davanti ai giudici è iniziata dal 28 maggio 2023, giorno della denuncia, da parte di Impagnatiello, per “l’allontanamento” della 29 enne Giulia Tramontano, a seguito della scoperta della stessa di un tradimento da parte del giovane. “Visibilmente scosso e preoccupato” lo hanno descritto gli inquirenti che hanno poi elencato le discrepanze tra il racconto fornito dall’ex barman e la verità rimessa insieme grazie alle telecamere di videosorveglianza e ai messaggi recuperati. Importanti si sono rivelate anche le ricerche partite dal cellulare di Impagnatiello in quei giorni: “ceramica bruciata vasca”, “rimuovere macchie di sangue” o “quanto veleno per topi necessario per uccidere persona”. Molte poi sono state le slide mostrate durante l’udienza, come quella riguardante il ritrovamento del cadavere di Giulia, corpo che Impagnatiello ha più volte cercato di dare alle fiamme.


L’attenzione si è poi spostata sull’arma usata per le 37 coltellate fatali alla donna, al rinvenimento delle bustine contenenti veleno topicida, fino ai contatti che la vittima aveva avuto con l’amante di Impagnatiello, donna con la quale Giulia si incontrò in centro a Milano. Nel pomeriggio al banco dei testimoni si sono poi susseguiti diversi vicini di casa della coppia: un carabiniere in convalescenza che ha visto il giovane caricare in macchina una sacca voluminosa e una busta “dalla quale si intravedevano delle scarpe”, una signora che ricorda di aver sentito sentito quel tragico sabato 27 maggio le “urla di un litigio”, pur specificando come queste ultime non fossero “di dolore” ma più “dal tono di voce alto”, oltre all’addetto alle pulizie del condominio che ha testimoniato di aver sentito dei rumori “di trascinamento” ripetutamente e di aver pulito nell’arco della stessa mattinata più volte una strana sostanza, simile a cenere. Non erano presenti in aula i familiari della vittima, che però si attendono nelle prossime udienze del processo, fissate per il 7 e 21 marzo.

Leggi anche altre notizie su Nova News

Clicca qui e ricevi gli aggiornamenti su WhatsApp

Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Meloni alla Casa Bianca: “Sosteniamo la mediazione Usa a Gaza”. Biden: “Paracaduteremo aiuti umanitari...

L'incontro è stato anche una importante occasione per fare il punto sul futuro del sostegno militare e finanziario all’Ucraina

Meloni annuncia: “Chico Forti sarà trasferito in Italia” – video

“E' un giorno di gioia per Chico, per la sua famiglia per tutti noi. Lo avevamo promesso e lo abbiamo fatto"

Strage di Erba, Olindo e Rosa di nuovo in aula: decisione rinviata al 16 aprile

E' scontro sulle prove nella revisione del processo. Secondo la procura generale di Brescia "è inverosimile l'esistenza di piste alternative"

Il generale Vannacci: “Io al Gay Pride? Ci sono già stato”

Sugli scontri a Pisa: “Sto con la polizia: io non ho mai manifestato in vita mia, ma ho fatto tante cose". Riguardo alla candidatura alle elezioni europee: "Non ho ancora deciso"
Algeria

Entra nel vivo in Algeria il Forum dei Paesi esportatori di gas

Il Forum rappresenta il cartello del gas naturale che ricalca le orme dell’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (Opec). Secondo un rapporto presentato ad Algeri la domanda mondiale di gas naturale è destinata ad aumentare del 34 per cento

Altre notizie

Migliaia di persone ai funerali di Navalnyj, Ong russa: arrestate almeno 45 persone

Il Cremlino: “Non abbiamo nulla da dire alla famiglia”

Scontri a Pisa: volantini anarchici in città per incitare alla lotta contro le Forze dell’ordine

A renderlo noto è Domenico Pianese, il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp
cavo dragone ammiraglio

A Roma tavola rotonda con l’ammiraglio Cavo Dragone sulla crisi in Medio Oriente

L'iniziativa mira a consentire alle Forze armate libanesi di migliorare le proprie capacità operative, incluse le attività di presenza e sorveglianza nel sud del Paese
polizia - polonia

Polonia, auto si lancia contro la folla a Stettino: 19 persone ferite

L’autista è stato arrestato dalla polizia dopo aver tentato di fuggire dal luogo dell’accaduto
lavrov

Lavrov avverte: “L’élite della Moldova segue le orme dell’Ucraina”

Il ministro degli Esteri russo sottolinea: "Quella élite ha abolito tutto ciò che è russo, discriminando la nostra lingua in tutti i settori e facendo seria pressione economica sulla Transnistria"