Banner Leonardo

Dal Quirinale a Monti gli ultimi anni di Napolitano: barbiere a casa e poche uscite

Roma
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Pranzi e cene a base di pesce. Una vita trascorsa nello storico quartiere romano Rione Monti, dove è tornato quando ha lasciato le stanze del Quirinale. Nei suoi ultimi anni l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è concesso poche uscite e sempre in compagnia della moglie Clio Bittoni. Senza però mai rinunciare al barbiere di fiducia. Il ricordo degli ultimi anni dell’ex presidente della Repubblica è impresso nella memoria di molti degli abitanti del centro di Roma. Qui, da Piazza del Quirinale al Rione Monti, l’ex Capo dello Stato è cresciuto e ha trascorso l’ultima fase della sua vita. Gli ultimi anni sono trascorsi tra poche uscite e le visite a casa del suo barbiere di fiducia. “Era una persona spiritosissima, molto intelligente, estremamente loquace. Avevamo appuntamento, qui in via dei Serpenti, ogni quindici giorni, ma negli ultimi tempi faceva fatica a raggiungermi e allora ci vedevamo a casa sua”, ricorda il barbiere Domenico Lo Torto.


Tra le vie del quartiere c’è anche chi parla di lui come di una figura imponente. Si tratta di Tonino, proprietario della salumeria “Delizie di Calabria“. “Prima che diventasse presidente della Repubblica era un nostro abitudinario cliente – racconta -. Poi per questioni di sicurezza legate all’ordine pubblico non è più venuto. Era una persona di grande spessore, un uomo di altri tempi. Si è sempre mostrato disponibile a creare rapporti umani”.

Più avanti, su via Panisperna, c’è un ristorante: “Le Tavernelle”. Qui per molti anni una fotografia ha raffigurato l’ex presidente Napolitano in compagnia del proprietario. Ora, da quando il titolare ha lasciato Roma per trasferirsi a Milano, quella foto non c’è più, però il gestore attuale, che allora era un dipendente, ancora la ricorda. “Prima che si trasferisse al Quirinale mangiava qui da noi ogni settimana. Spesso anche con il figlio, quando tornava a casa da Londra. Ormai non lo vedevamo da qualche anno”, aggiunge. E ricorda il piatto preferito del presidente: ravioli alla zarina, una pasta ripiena a base di vodka e salmone.

Specialità che chiedeva anche al ristorante “Rinaldi al Quirinale” dove il proprietario, Daniele Rinaldi, lo accoglieva nei numerosi pranzi e cene istituzionali. “Era un nostro cliente fisso e per tutti noi è sempre stato un piacere servirlo. Lo ricordo come una persona estremamente cordiale ma molto riservata, era capace di mettere a proprio agio i suoi ospiti”, dice. Una persona abitudinaria, dunque, “che in occasione dell’apertura dei seggi, prima o dopo di recarsi a votare alla scuola Cristoforo Colombo, era solito venire qui a prendere il caffè”, ricorda uno dei dipendenti del “Bar Antico caffè del Brasile”, a pochi passi dall’istituto scolastico di via Panisperna.

Primo nella storia del Paese a essere stato eletto per un secondo mandato, oggi nelle strade del Rione Monti i residenti lo piangono e lo ricordano come un uomo gentile ma riservato.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Lula parla con Maduro: Evitare misure unilaterali che aggravino la tensione sul Territorio Essequibo

Il presidente del Brasile in una conversazione telefonica con l'omologo del Venezuela ha lanciato un nuovo appello al dialogo proponendo come interlocutore "per le due parti" il presidente di turno della Comunità dei Paesi dell'America latina e dei Caraibi (Celac), il primo ministro di San Vicente e Grenadine, Ralph Gonsalves

Incendio all’ospedale di Tivoli: tre morti e circa 200 evacuati, aperta un’inchiesta

Un quarto paziente, Emidio Timperi, di 76 anni, estratto senza vita dai soccorritori, è morto prima dell’incendio e si trovava ricoverato nel reparto di cardiologia

Blinken a colloquio con il ministro Esteri dell’Arabia Saudita, focus sulla crisi in Medio Oriente

Il segretario di Stato Usa, ha fatto sapere il portavoce Matthew Miller, ha sostenuto "l'urgenza di rispondere alla necessità di far arrivare aiuti umanitari a Gaza, prevenire l'ulteriore allargamento del conflitto e rinforzare stabilità e sicurezza nella regione

Israele: Hamas priva i civili palestinesi di cibo e lo consegna ai propri membri – video

Lo ha dichiarato il portavoce delle Forze di difesa israeliane (Idf), Avichay Adraee, pubblicando un video su X (ex Twitter) in cui presunti membri di Hamas prelevano i rifornimenti destinati ai civili di Gaza e li caricano sul proprio veicolo

Donbass: vasto incendio a Makiivka dopo il bombardamento di un deposito di carburante – video

Lo riferiscono alcuni canali Telegram, che mostrano immagini di una grande colonna di fumo nell'area della città, parte dell'autoproclamata repubblica popolare di Donetsk

Altre notizie

Scholz: “La Germania è pronta ad aumentare gli aiuti all’Ucraina se necessario”

"La guerra probabilmente non finirà così presto come tutti vorremmo, motivo per cui noi dobbiamo essere in grado di aiutare quest’anno, l’anno prossimo e quello ancora dopo"

Milano: un Natale di alberi, luci, mercatini e cultura

Il numero più alto di sempre quello degli alberi che illuminano la città meneghina, con la novità di quello dei Giochi di Milano Cortina 2026 in piazza Duomo e quello realizzato da Gucci in Galleria Vittorio Emanuele

Sangiuliano: “In cinque mesi 1,4 milioni di visitatori al Pantheon e 5,3 milioni euro di incassi”

"La decisione di introdurre un biglietto a pagamento per l’accesso al Pantheon si è rivelata una scelta vincente ed è la conferma che questa meravigliosa architettura continua a esercitare un fascino straordinario"

Il ministro Urso da domani in missione in Giappone: focus su investimenti, microelettronica e G7

Obiettivo dell’articolata missione è consolidare un dialogo strategico in materia economica e industriale per rafforzare il coordinamento tra i due Paesi