Conto alla rovescia per Maker Faire: si terrà a ottobre alla Fiera di Roma

Per i partner si conferma una piattaforma di incontro unica e virtuosa con imprese, startup, enti di ricerca, scuole, università e innovatori

La precedente edizione di Maker Faire Rome

Un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono cambiare il mondo, in meglio, con la propria creatività. Anni di innovazioni e idee che si sono trasformate in progetti concreti e invenzioni che hanno migliorato e rivoluzionato interi settori della nostra società, rendendo possibile ciò che, fino a qualche anno fa, sembrava irraggiungibile. Tutto questo, e molto altro ancora, è “Maker Faire Rome 2023, the european edition“.

Maker Fair Roma Fiera di Roma

L’appuntamento, ormai tradizionale nella Capitale, torna dal 20 al 22 ottobre alla Fiera di Roma. Per l’undicesima edizione dell’evento, promosso e organizzato dalla Camera di commercio di Roma, sono previsti nuovi contenuti innovativi e spazi più ampi, adatti a ospitare una manifestazione in costante crescita ed evoluzione. Diversi i settori produttivi coinvolti: dalla manifattura digitale all’internet of things, dalla robotica all’intelligenza artificiale, dall’economia circolare all’agritech, dal digital manufactoring agli e-sports passando per i big data e l’aerospazio, fino alle ultime scoperte del metaverso e della realtà aumentata. E non mancheranno le sezioni dedicate di Maker Art e Maker Music, abitualmente molto apprezzate dal grande pubblico della fiera, e che esploreranno l’intersezione tra arti, musica, scienza e tecnologia. Un’opportunità per i visitatori di scoprire come la tecnologia può supportare e stimolare la creatività. Per i partner “Maker Faire Rome” si conferma una piattaforma di incontro unica e virtuosa con imprese, startup, enti di ricerca, scuole, università e innovatori. “È una fiera inclusiva, dove la tecnologia è alla portata di tutti, non solo per gli addetti ai lavori. Questo spirito ci ha accompagnato fin dalla prima edizione e lo abbiamo mantenuto, intatto, negli anni”, ha spiegato Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di commercio di Roma. “Maker Faire Rome coinvolge tutti in maniera semplice e diretta. Quest’anno, alla Fiera di Roma, avremo anche più spazi per interagire con il grande pubblico e siamo pronti per allestire una nuova, indimenticabile, edizione”, ha aggiunto.

In attesa della tradizionale “Call for Makers”, a breve si aprirà la “Call for Big Bang Projects” ovvero l’opportunità rivolta a tutti, maker, artisti, visionari, per costruire la nuova edizione non solo nei contenuti, ma anche nelle sue attrazioni più importanti. In particolare, si apriranno le candidature per progetti di grandi dimensioni, quelli con elevata interattività e coinvolgimento del pubblico, allestimenti o attrazioni di forte impatto visivo adatte a caratterizzare gli spazi della manifestazione (padiglioni, percorsi esterni, ingressi e aree di accesso), aree per attività interattive (piste, voliere, palchi, laboratori), mostre e approfondimenti tematici. “L’edizione 2023 avrà una dimensione imprenditoriale ancora più marcata, con il coinvolgimento di numerose start up, anche straniere. Chi partecipa alla Maker Faire può vedere, da vicino, le persone che con la loro creatività stanno costruendo il nostro presente e l’immediato futuro”, ha sottolineato Luciano Mocci, presidente di Innova Camera, azienda speciale della Camera di Commercio di Roma. La manifestazione grazie agli spazi della Fiera di Roma anche quest’anno avrà un area dedicata ai bambini con tante proposte, tra cui “Educational day”, l’evento del venerdì che coinvolge migliaia di studenti delle scuole medie e superiori che possono visitare, in anteprima, le invenzioni e le scoperte esposte nei vari padiglioni.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram