Conte ai senatori M5s: “Aspetto proposte per iscritto”, oggi incontro con i deputati

Conte
Conte

L’ex presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha invitato nella riunione in videoconferenza i senatori del Movimento cinque stelle ad inviare delle proposte, per iscritto, anche rispetto ai cinque punti indicati dall’ex premier. Temi, che saranno oggetto oggi dell’incontro con i deputati pentastellati, che vanno dall’organizzazione territoriale alla formazione, fino al rapporto con la società civile.

“Come già preannunciato, oggi pomeriggio (ieri, ndr) Giuseppe Conte ha proseguito il percorso di confronto con i portavoce del Movimento cinque stelle. Un percorso di conoscenza reciproca basato sull’ascolto e sulla condivisione delle priorità, delle richieste e delle istanze provenienti da chi porta avanti da tempo i temi e gli obiettivi del Movimento, i suoi valori e le sue battaglie. La consapevolezza di ciò che siamo, della nostra storia e delle nostre origini, deve essere il punto di partenza dal quale lavorare insieme per il rilancio e il profondo rinnovamento del Movimento” ha scritto su Facebook il capo politico reggente del M5s, Vito Crimi.

“Nell’incontro con i senatori M5s – continua l’esponente pentastellato -, Conte ha posto al centro tre elementi cardine: Carta dei valori e principi, temi e obiettivi. Si tratta degli stessi punti sui quali si è basato il percorso degli Stati generali e che ora finalmente potranno essere portati a compimento attraverso la condivisione e la conseguente adozione di decisioni. Questo momento di confronto ci ha permesso di affrontare i molti temi presentati dai senatori, sui quali il Movimento si sta già battendo, e gli aspetti che necessitano un cambio di marcia o una maggiore attenzione rispetto a quella riservata fino ad ora. Fra questi, la Transizione ecologica, il lavoro, l’ambiente, la legalità e la lotta alle mafie, la sanità, la giustizia sociale, l’istruzione e la cultura, i diritti della persona, l’innovazione, e poi formazione, organizzazione, coinvolgimento dei territori”.

Crimi ha sottolinea che “i tanti interventi di oggi (ieri, ndr) sono stati accomunati da un approccio fortemente costruttivo e propositivo. C’è la volontà da parte di tutti di affrontare con entusiasmo un nuovo percorso per poter fare ancora di più, e meglio, per gli italiani. Servire i cittadini, rispondere alle esigenze reali, portare soluzioni ai problemi, migliorare la qualità della vita di tutti, costruire un futuro davvero sostenibile: questo era – ed è ancora oggi – il motivo per il quale è nato il Movimento, la ragione che ci ha spronati a fare quello che per molti era ‘inimmaginabile’, ‘impossibile’ da realizzare, fino ad influenzare in modo decisivo il cambiamento dell’intera politica italiana”.

“Quella che stiamo affrontando – ha aggiunto – è una fase cruciale, epocale. Il Paese sta vivendo la più grave crisi socioeconomica del dopoguerra, e tanti cittadini ne stanno soffrendo profondamente. In gioco c’è il futuro di tutti noi, c’è il mondo che vogliamo lasciare ai nostri figli e alle prossime generazioni. Per questo – conclude Crimi – dobbiamo ripartire con la massima determinazione, adesso”.

Leggi altre notizie su Nova News
Seguici su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram