Banner Leonardo

Cina: la Marina festeggia il suo 73mo anniversario con quattro nuove navi da guerra

Nella settimana che precede l'appuntamento, gli ufficiali hanno infatti annunciato importanti innovazioni nell'arsenale

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

La Marina della Repubblica popolare cinese festeggerà domani il suo 73mo anniversario presentando una flotta ampliata con quattro nuove navi da guerra e un sistema missilistico antinave YJ-21. Nella settimana che precede l’appuntamento, gli ufficiali hanno infatti annunciato importanti innovazioni nell’arsenale, che ora vanta due nuovi cacciatorpediniere di classe 055 con una stazza di 10 mila tonnellate (dopo i tre grandi cacciatorpediniere introdotti tra il 2020 e il 2021), un nuovo cacciatorpediniere lanciamissili di classe 052D e una nave d’assalto anfibia di classe 075. Come riferito dal quotidiano di Stato in lingua inglese “Global Times”, l’arsenale ampliato – che ora può contare su 24 cacciatorpediniere 052D e sette di classe 055 – favorisce la difesa degli “interessi” nazionali nell’Indo-Pacifico, un’area resa fortemente instabile dalla profonda rivalità tra il gigante asiatico e gli Stati Uniti.


Le ampie rivendicazioni nutrite da Pechino nel Mar Cinese Meridionale e la volontà di estendere il proprio controllo oltre la prima catena di isole (Giappone, Taiwan, Filippine, Indonesia) lungo cui gli Stati Uniti articolano la propria tattica di contenimento hanno spinto il Paese a massicci investimenti nell’ammodernamento tecnologico della propria flotta e a incrementare la propria presenza militare nell’area con isole artificiali altamente militarizzate. L’analista Liu Jie, in particolare, ritiene che la combinazione del sistema missilistico YJ-21 e del cacciatorpediniere di classe 055 sia altamente funzionale a contrastare “l’egemonia marittima degli Stati Uniti nella regione” e a scoraggiare un loro intervento nel caso in cui la Cina decidesse di sferrare un attacco contro Taiwan. La nave dispone infatti di 112 celle missilistiche a lancio verticale ed è compatibile con sistemi di difesa aerea, antimissilistica, antinave e antisommergibile. Il sistema missilistico YJ-12, le cui prime immagini sono state diffuse di recente dalla stampa di Hong Kong, risulta particolarmente versatile (può essere utilizzato per armare navi o aerei) ed ha una portata compresa tra i mille e i 1.500 chilometri.

Nonostante le nuove dotazioni, il processo di ammodernamento della flotta è tutt’altro che completo e a destare preoccupazione tra gli ufficiali cinesi sembra essere proprio una delle risorse chiave della Marina nazionale: la portaerei Liaoning. La nave è stata costruita nel 1985 in un cantiere navale di Mikolayev, sul Mar Nero, la stessa città in cui è stato assemblato l’incrociatore russo Moskva affondato il 14 aprile al largo di Odessa. L’affondamento dell’imbarcazione, attribuito dall’Ucraina al successo di un suo attacco missilistico e dalla Russia ad un incendio di bordo, avrebbe avuto un impatto dirompente sui vertici militari cinesi, i quali avrebbero realizzato l’inadeguatezza della tecnologia sovietica nel soddisfacimento delle ambiziose aspirazioni marittime della nazione. Benché il Liaoning pattugli regolarmente lo Stretto di Taiwan, gli osservatori ritengono improbabile che gli ultimi eventi spingano la Cina a schierare la portaerei o qualsiasi altra nave vicino all’isola in un ipotetico scenario di guerra. Le navi sarebbero infatti facilmente esposte alla portata dei missili a lungo raggio Hsiung Feng 3 o del sistema Harpoon di fabbricazione statunitense in dotazione alle forze militari di Taipei. Ciononostante, la Cina sembra determinata più che mai determinata a investire nella continua modernizzazione della propria capacità militare e prevede di portare la spesa militare per il 2022 a circa 229 miliardi di dollari, il 7,1 per cento in più rispetto allo scorso anno.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Usa: martedì le primarie democratiche in Michigan, a rischio il sostegno a Biden della comunità araba

Il voto in Michigan potrebbe mostrare come l'opposizione di molti cittadini all'approccio del presidente Usa alla crisi di Gaza potrebbe influenzare l'esito delle elezioni generali di novembre, che si giocheranno su una manciata di Stati chiave

Scontri fra agricoltori e forze dell’ordine, l’Ue apre a una possibile revisione della Politica agricola

"Il Consiglio dell'Ue dovrebbe riaprire l'atto di base della Pac e rivedere i criteri di condizionalità. C'è una maggioranza a favore di questa idea", ha affermato il commissario europeo all'Agricoltura, Janusz Wojciechowski

Mattarella in visita di Stato a Cipro sollecita l’Ue: “Urgentissimo un nuovo patto su migrazione e asilo”

Al centro dei colloqui con il presidente Christodoulides anche la questione mediorientale e i rapporti bilaterali

Pnrr, Fitto: “L’approvazione del decreto è rilevante per accelerare su spesa e investimenti”

Il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri introduce, tra le altre cose, il nuovo "Piano Transizione 5.0", che mira a sostenere gli investimenti in digitalizzazione e nella transizione ecologica delle imprese attraverso un innovativo schema di crediti d'imposta

Svezia, ambasciatore Bjorklund: Con l’adesione alla Nato rafforziamo la sicurezza anche a livello regionale

"L’adesione di Stoccolma all'Alleanza apre ora interessanti prospettive anche alla cooperazione con l’Italia a livello di industria della Difesa"

Altre notizie

Brescia, A2a: con investimento da 110 milioni rendimento del termoutilizzatore al 98 per cento

Mettere l’energia in circolo, così da non sprecare nulla, recuperando ogni calore di scarto che possa contribuire alla decarbonizzazione del telerisca...
pane

Roma: volano i prezzi di patate e pane, il carrello della spesa aumenta del 13 per cento

Sono i dati elaborati dal Centro di formazione e ricerca sui consumi e che "Agenzia Nova" ha potuto visionare in esclusiva

Africa: le giunte golpiste incassano una vittoria, revocate le sanzioni commerciali della Cedeao

La Comunità economica dei Paesi dell'Africa occidentale ha optato per "un cambio di passo" nell'approccio alle giunte militari che negli ultimi mesi hanno rivendicato con decisione la loro intenzione di lasciare l'organismo regionale, affrancandosi da un blocco da loro denunciato come neo-colonialista e dalla forte influenza francese
elezioni amministrative

Lentezza degli scrutini in Sardegna: per il M5S sarebbe “strategia comunicativa”

Polemiche sulla lentezza dell'aggiornamento dei dati relativi alle elezioni regionali della Sardegna sul sito della Regione dedicato ai risultati nel ...

L’analista: “Le dimissioni del premier dell’Anp Shtayyeh aprono a un governo di coalizione”

Secondo quanto riferito dal ricercatore di Ispi, Mattia Serra, ad "Agenzia Nova", le dimissioni di Shtayyeh sono significative per due ragioni principali