Banner Leonardo

Ciad e Mauritania aprono la strada allo scioglimento dell’alleanza anti-jihadista del G5 Sahel

In base all'articolo 20 della convenzione l'alleanza può essere sciolta su richiesta di almeno tre Stati membri

N'Djamena
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Il Ciad e la Mauritania, i due restanti membri dell’ormai defunta alleanza G5 dell’Africa occidentale, hanno affermato che stanno aprendo la strada allo scioglimento ufficiale del gruppo anti-jihadista dopo che gli altri tre Paesi fondatori – Mali, Niger e Burkina Faso – hanno annunciato la loro uscita. In un comunicato congiunto, i governi di Ciad e la Mauritania “prendono atto e rispettano la decisione sovrana” del Burkina Faso e del Niger di lasciare l’alleanza, seguendo le orme del Mali.


“Attueranno tutte le misure necessarie in conformità con la convenzione fondatrice del G5, in particolare l’articolo 20”, si legge nella dichiarazione. L’articolo 20 afferma che l’alleanza può essere sciolta su richiesta di almeno tre Stati membri. Domenica scorsa i governi di Burkina Faso e Niger, entrambi guidati da giunte militari salite al poter con dei colpi di Stato, hanno ufficializzato la loro uscita da tutti gli organismi del gruppo regionale per la cooperazione in materia di sicurezza istituito nel 2014, sostenendo che “non riesce a raggiungere i suoi obiettivi” e ostacola le aspirazioni nazionali e serve “interessi stranieri”.

Il Mali, altro Paese teatro di un colpo di Stato, ne era già uscito nel maggio del 2022. Secondo i governi golpisti di Ouagadougou e Niamey, la decisione è già operativa dal 29 novembre. I due Paesi, insieme al Mali, si sono già uniti in un accordo di mutua difesa lanciando il 16 settembre l’Alleanza degli Stati del Sahel (Aes).

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

nuova delhi india

Coppia di turisti spagnoli aggredita in India, lei stuprata da sette persone

I due, motociclisti, avevano piantato una tenda in un’area deserta e si stavano riposando prima di riprendere il viaggio verso il Nepal

Meloni in Canada illustra le priorità del G7 a Trudeau: “Meglio pochi risultati ma concreti per cambiare le cose&#...

“Siamo impazienti di collaborare con la presidenza italiana su tutti questi dossier, come i rapporti commerciali, la sfida delle migrazioni, l’intelligenza artificiale e le produzioni industriali”

Roma: incinta rischia di perdere la bimba, ospedale appronta parto di fortuna e la salva

Ha rischiato di perdere la figlia all'ottavo mese di gravidanza per un emorragia con distacco totale della placenta. Il caso, o il destino, però hanno...
F35B

Affonda la nave mercantile britannica Rubymar, era stata colpita dagli Houthi

Secondo il governo dello Yemen questo provocherà “una catastrofe ambientale”, trasportava infatti oltre 41 mila tonnellate di fertilizzanti

La Viceministra Gava a Nova: “Il contributo di Algeri al Piano Mattei renderà l’Italia un hub Ue”

"L’Italia e l’Algeria hanno ottime relazioni economiche, in particolare nel settore energetico"

Altre notizie

gaza

Gli Usa hanno effettuato il primo lancio di aiuti a Gaza: 30 mila i pasti paracadutati

“Dobbiamo fare di più e gli Stati Uniti faranno di più” ha detto ieri Biden

Turchia-Somalia: Erdogan e Mohamud a colloquio, focus economia e difesa

I due governi hanno concluso lo scorso 8 febbraio un accordo volto a rafforzare la cooperazione bilaterale

Milei al Parlamento argentino: “Porterò avanti la mia agenda di riforme con o senza di voi”

Il mese scorso i deputati hanno respinto la sua "Legge Omnibus", il maxi provvedimento contenente decine di riforme del sistema economico e istituzionale

La madre di Navalnyj visita la tomba il giorno dopo i funerali

La donna è stata accompagnata da Alla Abrossimova, madre della vedova di Aleksej