Biden e Putin si incontreranno a Ginevra il 16 giugno

biden mosca russia usa

L’atteso incontro tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e l’omologo russo Vladimir Putin si terrà il 16 giugno prossimo a Ginevra. Lo ha confermato la Casa Bianca in una nota firmata dalla segretaria alla stampa Jen Psaki. I due leader, ha fatto sapere quest’ultima, discuteranno “un’ampia gamma di questioni pressanti”, nel tentativo di “restituire predicibilità e stabilità alle relazioni tra Stati Uniti e Russia”. Il Cremlino ha confermato l’incontro fra i presidenti di Russia e Stati Uniti. Secondo la presidenza di Mosca, i due capi di Stato discuteranno dei rapporti bilaterali e di questioni relative alla stabilità strategica, oltre che della lotta alla pandemia di Covid e della risoluzione di alcuni conflitti regionali.

Il presidente degli Stati Uniti si aspetta di discutere questioni “difficili”,  ha detto la portavoce chiarendo che i due leader discuteranno di diverse questioni, tra cui la situazione in l’Ucraina, “l’incidente” dell’aereo Ryanair in Bielorussia. “Ci aspettiamo che dedicheranno una discreta quantità di tempo alla stabilità strategica, dove l’agenda del controllo degli armamenti segue l’estensione” del Trattato di riduzione delle armi strategiche (Nuovo Start), ha affermato Psaki. “Il presidente solleverà anche il tema l’Ucraina, sottolineando il sostegno dell’America alla sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina, e pianificherà anche di sollevare la questione della Bielorussia e trasmettere le nostre gravi preoccupazioni come ha fatto ora pubblicamente”, ha aggiunto la portavoce.

Gli Stati Uniti non prevedono che il prossimo incontro risolverà tutte le differenze esistenti tra i due Paesi, “ma lo vedono ancora nel loro interesse“, ha dichiarato ancora Psaki. “Non vediamo questo incontro come un’opportunità per parlare solo di tutto ciò su cui siamo d’accordo, lo vediamo come un’opportunità diplomatica per gli Stati Uniti, che è nel nostro interesse nazionale, che è quello di trasmettere le aree in cui non siamo d’accordo, di avere una conversazione sulle preoccupazioni che abbiamo e anche di cercare un percorso più stabile e prevedibile in avanti”, ha chiarito. “Non ci aspettiamo che tutto si risolva alla fine di questo incontro, ma pensiamo che sia nel nostro interesse avere l’incontro, motivo per cui lo abbiamo proposto al presidente”, ha concluso la portavoce.

La Svizzera è impegnata a favorire il dialogo e la diplomazia, ha affermato su Twitter dal ministro degli Esteri svizzero, Ignazio Cassis, commentando l’annuncio dell’incontro. “Felicissimo di poter offrire i nostri buoni uffici ai presidenti di Stati Uniti e Russia Joe Biden e Vladimir Putin. Si incontreranno a Ginevra il 16 giugno. La Svizzera è impegnata nel dialogo e nella diplomazia”, ha scritto Cassis su Twitter.

Le relazioni fra Russia e Stati Uniti sono la chiave per la sicurezza e la stabilità globale. Lo ha dichiarato l’ex presidente dell’Unione sovietica, Mikhail Gorbacev, che ha valutato positivamente l’annuncio del summit fra i presidenti. “È molto positivo che abbiano deciso di incontrarsi. Con tutti i cambiamenti nel mondo, le relazioni tra Russia e Stati Uniti sono fondamentali per la sicurezza e la stabilità nel mondo“, ha detto Gorbachev all’agenzia di stampa “Sputnik”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici anche sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram