Banner Leonardo

Bambina italiana di sei anni tra gli stranieri che hanno lasciato Gaza

Tajani: “Sono particolarmente felice per l’esito positivo della vicenda"

Roma
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Dopo il primo gruppo di italiani che ha lasciato ieri la Striscia di Gaza, stamani una bambina italiana di sei anni e la mamma palestinese hanno attraversato il valico di Rafah. Sono ora in Egitto, assistite dal personale dell’Ambasciata d’Italia al Cairo per il successivo rientro in Italia. Lo riferisce la Farnesina in una nota. “Sono particolarmente felice per l’esito positivo della vicenda di questa bambina, che proprio domani compirà sei anni, e della sua mamma”, ha commentato il vicepresidente del Consiglio e ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Antonio Tajani.


“Voglio ringraziare tutto il personale coinvolto nell’operazione, dai funzionari delle Sedi diplomatiche al Cairo, Tel Aviv e Gerusalemme al nostro servizio di intelligence che, con il costante coordinamento dell’Unità di Crisi della Farnesina, ha ottenuto questo importante risultato”, ha aggiunto. Prosegue nel frattempo il deflusso dei cittadini stranieri dalla Striscia di Gaza in Egitto, grazie dell’accordo tra autorità israeliane e egiziane. “Siamo impegnati ora per favorire la fuoriuscita anche dei doppi cittadini italo-palestinesi e delle loro famiglie, che al momento si trovano ancora a Gaza in attesa di essere evacuati”, ha affermato il vicepremier, aggiungendo che “le operazioni sono complesse e non riguardano solo l’Italia. Siamo al lavoro per mettere tutti in sicurezza”.

Tajani: “Spero che oggi altri due italiani possano lasciare Gaza”

I quattro italiani sentiti ieri dopo aver lasciato Gaza erano di buon umore e quanto prima saranno rimpatriati: “spero che oggi altri due italiani possano lasciare la Striscia”. Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri Antonio Tajani a “Ping Pong” su Radio Rai 1.

“L’Italia ha alzato il livello di sicurezza per garantire i luoghi dove ci sono incontri fra cittadini di religione ebraica e rafforzato i controlli alle frontiere per evitare che possano entrare terroristi – ha continuato il titolare della Farnesina – Nei Balcani c’è un traffico di armi che deriva dalla guerra e quindi vogliamo controllare le persone che entrano nel nostro Paese da quella frontiera.

Sui molteplici episodi di antisemitismo Tajani ha detto che ci sono manifestazioni che “vanno condannate” e che “bisogna educare i giovani”. “Quando vediamo stelle di David sugli edifici in Francia o luoghi di culto profanati – ha proseguito il ministro – dobbiamo spiegare ai nostri figli che non ci può essere un odio razziale che miri alla cancellazione dello Stato d’Israele dalla cartina”. L’Italia è portatrice di pace e ha condannato l’attacco terroristico di Hamas. Stiamo aiutando il popolo palestinese e crediamo che Hamas non abbia nulla a che fare con il popolo palestinese, è un’organizzazione terroristica”, ha detto Tajani. “L’Italia sta facendo tutto il possibile per aiutare la popolazione civile che non ha nulla a che fare con Hamas, che anzi la usa come scudo umano”, ha aggiunto.

Nei prossimi giorni verrà approvato il quadro organizzativo del Piano Mattei per l’Africa. Resto favorevole a quest’idea che deve però fare parte di un grande piano Marshall dell’Europa per affrontare tutti i problemi e affrontare la questione dell’immigrazione clandestina”, ha aggiunto il ministro.

E sulla telefonata del “finto” presidente dell’Unione africana al presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ha affermato: “La risposta del presidente del Consiglio alla presunta telefonata, rivelatosi poi da parte un comico russo, ha confermato la politica estera del nostro Paese. C’è una squadra che deve garantire la sicurezza e c’è stata della superficialità”, ha detto Tajani.

“Forza Italia era contraria all’aumento della tassa sulle abitazioni poi si è raggiunto un compromesso che tutela il 75 per cento di chi affitta e abbiamo proposto uno strumento che faccia emergere il sommerso. A nostro giudizio con questo strumento si può raccogliere almeno un miliardo”, ha detto Tajani. Il partito, sul fronte interno, sta riscontrando “grande partecipazione” e punta al “20 per cento dei consensi alle prossime politiche”. “Se ci sono dei candidati ben vengano, la democrazia è democrazia – ha sottolineato Tajani – L’importante è che non sia una guerra ma un confronto fra proposte e iniziative. Forza Italia non è disposta “a imbarcare” chiunque ma chi vuole partecipare a un determinato progetto politico. Il Movimento 5 stelle era nato con alcuni elementi di assonanza con Forza Italia, poi è cambiato e infatti molti se ne sono andati”, ha detto Tajani. “C’è una fetta di elettorato di centrodestra che sta abbandonando il Movimento”, ha proseguito.

La riforma del premierato andrà a segno e non toccherà nessuna prerogativa del presidente della Repubblica. Garantirà stabilità, eviterà ribaltoni”, ha detto il vicepremier, ricordando che questo “è uno dei problemi che abbiamo avuto in passato”. Non sono contrario al principio secondo cui, se cade il premier, si debba tornare al voto.

Il Superbonus è stato gestito malissimo: avrebbe potuto essere una buona iniziativa per rilanciare l’edilizia. Ora dobbiamo intervenire per recuperare il danno fatto”, ha detto.

Sul tema del cambiamento climatico, Tajani ha dichiarato: “L’Italia vuole mantenere una posizione equilibrata sul tema, non c’è negazionismo ma l’importante è non danneggiare il nostro comparto industriale”.

Sulle europee del 2024: “La maggioranza auspicabile al Parlamento europeo è quella fra popolari, conservatori e liberali, senza spazio a chi ha legami con l’estrema destra. Mi auguro che questa sia la maggioranza” che emergerà dalle elezioni del prossimo anno. “La maggioranza Ursula è nata per impedire che Timmermans diventasse presidente della Commissione europea”, ha aggiunto Tajani.

Buon lavoro al neo governatore della Banca d’Italia, Fabio Panetta. La sua recente esperienza europea sarà preziosa per guidare Palazzo Koch. Lo scrive su X il vicepremier. Un ringraziamento ad Ignazio Visco per l’egregio lavoro svolto durante il suo mandato nonostante le tante difficoltà dell’economia italiana”, ha concluso il titolare della Farnesina.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Meloni: “Il mio obiettivo è restituire credibilità al Paese”

“Sono una persona che ha speso due terzi della propria esistenza nell’impegno politico e ancora adesso la considero la più straordinaria forma di impegno civile che esista”

Ex Ilva, Urso in visita a Taranto: “A giorni completeremo la terna di commissari”

“Realizzeremo il polo tecnologico sulla transizione ambientale e Taranto sarà la sede nazionale"

Medio Oriente: proseguono le trattative per il rilascio degli ostaggi, mentre sale la tensione in Libano e Siria

I rappresentanti di Israele, Stati Uniti, Qatar ed Egitto si sono riuniti a Doha per discutere lo scambio di ostaggi e una possibile tregua nella Striscia di Gaza

Libia, fonti “Nova”: mercoledì a Tunisi una riunione di Camera e Senato su un nuovo governo unificato

Un funzionario vicino al “Senato” libico con sede a Tripoli ha riferito che alla riunione dovrebbero partecipare circa 140 membri delle due camere, almeno un rappresentante della Missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia e cinque importanti imprenditori libici

Tajani e Radman al Comitato di coordinamento dei ministri: Tra Italia e Croazia rapporto in forte espansione

I rapporti bilaterali tra Italia e Croazia vertono in una fase di forte espansione. I settori strategici su cui puntare sono infrastrutture ed energie...

Altre notizie

Gli Emirati e il Fondo monetario internazionale intervengono per salvare l’Egitto dalla bancarotta

“Agenzia Nova” ha parlato dei recenti sviluppi con l’analista Roberta La Fortezza
Anton Siluanov

Russia, Siluanov: L’uso dei nostri asset per ricostruire l’Ucraina mina le basi del sistema finanziario

"Non è la prima volta che sentiamo questa proposta", ha detto il ministro delle Finanze russo interpellato da "Agenzia Nova"

Da Cipro il messaggio di pace di Mattarella: “Una strada complessa ma sempre possibile”

"L’Italia partecipa con convinzione alla missione Onu a Cipro ed è orgogliosa di farlo per la pace mantenuta e l’obiettivo di una soluzione positiva che renda possibile ulteriore sviluppo di progresso in questo territorio”
Draghi

Draghi al Parlamento europeo: “Servono riforme strutturali”

L'ex premier e presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha partecipato alla riunione della conferenza dei presidenti delle commissioni d...

Sardegna 2024: Consiglio regionale, 11 seggi al Pd, 7 a Fd’I e M5S

Dopo 33 ore dallo spoglio, ancora non sono state contate tutte le 1.844 sezioni, ma già si comincia a delineare la composizione del nuovo Consiglio re...