Banner Leonardo

Armenia: presidente Sarkissian si dimette

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Il presidente dell’Armenia, Armen Sarkissian, si è dimesso. In una dichiarazione pubblicata sul sito web della presidenza di Erevan, Sarkissian sottolinea che le sue dimissioni sono dovute alla mancanza di “strumenti per influenzare la politica nazionale ed estera del Paese”. “Potrebbe sorgere la domanda, perché non mi sono dimesso in questo momento? (in riferimento alla Rivoluzione di velluto della primavera del 2018). La risposta è ovvia, per la responsabilità che ho assunto come presidente della Repubblica. Sono stato obbligato a fare tutto quanto in mio potere per evitare un ulteriore approfondimento della divisione interna, possibili scontri, che avrebbero potuto portare a conseguenze estremamente negative. Ho cercato di utilizzare il prestigio e le connessioni acquisite durante i miei molti anni di lavoro per utilizzare il mio potenziale politico ed economico internazionale per costruire uno Stato forte e stabile”, ha affermato. “Ancora una volta, potrebbe sorgere la domanda sul perché il presidente non abbia influenzato gli eventi politici che ci hanno portato all’attuale crisi nazionale. Il motivo è evidente ancora una volta – la mancanza di strumenti adeguati, strumenti di cui ogni funzionario statale è dotato di un solo documento: la Costituzione. Le radici di alcuni dei nostri potenziali problemi sono nascoste nell’attuale legge fondamentale”, ha aggiunto Sarkissian.


“Ho pensato a lungo, ho deciso di lasciare la carica di presidente della Repubblica dopo quattro anni di lavoro attivo”, ha proseguito nella nota Sarkissian criticando il sistema di governo armeno per essere una Repubblica parlamentare “solo nella forma”. “Viviamo in una realtà unica, una realtà in cui il presidente non può influenzare questioni di guerra e pace. Non può porre il veto a leggi che considera dannose per lo Stato e il popolo. Vari gruppi politici percepiscono le capacità del presidente non come vantaggiose per lo Stato, ma come minaccia, il presidente non può usare la maggior parte del suo potenziale per risolvere compiti sistemici di politica interna ed estera”, ha affermato Sarkissian che ha assunto l’incarico nel 2018.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

incendio valencia

Grattacielo in fiamme a Valencia: persone intrappolate nell’edificio, ci sono feriti – video

L'incendio è partito da uno dei piani terra ma si è rapidamente propagato lungo tutta la facciata

Per i neopatentati il divieto di guida di auto sportive sale a tre anni

Lo specificano fonti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, smentendo quanto riportato da alcuni siti di informazione sul nuovo Codice della strada

Cultura: da Baglioni all’Eur al “Panini Village” a San Giovanni, gli eventi a Roma

Il fine settimana ormai alle porte offre nella Capitale un ricco calendario di eventi culturali. Teatro, danza, musica, cinema, arte: l'offerta è rivo...

Tajani: “La morte di Navalnyj è un omicidio politico commesso dal regime di Putin”

"Dietro l’uccisione dell’oppositore russo c’è sempre stata una volontà politica”

Altre notizie

Iraq, il presidente del Kurdistan Barzani: “Le milizie filo-iraniane sono più pericolose dello Stato islamico̶...

"Le cellule dell’Is occupavano un terzo dell’Iraq e noi conoscevamo bene quei fronti di battaglia, ma i combattenti filo-iraniani sono un nemico interno"

Mattarella da lunedì a Cipro: rapporti bilaterali e Mediterraneo al centro della visita

Un appuntamento significativo, non solo perché si tratta della prima visita ufficiale di un capo di Stato italiano sull’isola ma anche per l’importanza che riveste oggi il Mediterraneo orientale, alla luce della situazione geopolitica
germania

L’appello della Conferenza episcopale tedesca: “Non votare per l’estrema destra”

Per i vescovi i cristiani non possono impegnarsi né essere eletti nei partiti della destra radicale

Brasile: l’inchiesta su Bolsonaro fa lievitare la tensione, si preparano arresti tra generali dell’esercito

Mentre si avvicina l’ora della convocazione, fonti di stampa hanno reso noto che l’esercito sta preparando, a Brasilia, delle celle speciali
verde caldo parco sempione

Roma: 100 nuovi parchi in periferia in dieci anni, i primi 50 entro il 2026

Il piano è stato illustrato oggi in Campidoglio