Banner Leonardo

Amministrative in Veneto: Treviso al centrodestra, centrosinistra avanti a Vicenza

A Vicenza ci sarà il ballottaggio tra Giacomo Possamai e Francesco Rucco

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

In Veneto sono andati al voto il 14 e 15 maggio per le elezioni amministrative due capoluoghi e otto Comuni al di sopra dei 15 mila abitanti. Per quanto riguarda i capoluoghi, solo una delle sfide si è conclusa al primo turno, ovvero la tornata di Treviso, dove è stato rieletto il sindaco uscente Mario Conte con il 64,7 per cento dei voti, sostenuto dalla propria lista civica Mario Conte sindaco (30,2 per cento), dalla Lega (17,2 per cento), da Fratelli d’Italia (11,2 per cento) e Forza Italia (5,3 per cento). Conte ha battuto lo sfidante del centrosinistra Giorgio De Nardi, che si è fermato al 28,27 per cento, con il sostegno del Partito democratico (13,97 per cento), Treviso civica (6,86 per cento), De Nardi sindaco (4,1 per cento), Coalizione civica per Treviso (1,5 per cento), Europa verde (1,5 per cento) e Volt (0,7 per cento). Diverso destino quello di Vicenza, dove tutto è rimandato al ballottaggio previsto per i prossimi 28 e 29 maggio. A contendersi il posto da sindaco ci saranno Giacomo Possamai, che in questa tornata ha raggiunto quota 46,23 per cento grazie al sostegno del Partito democratico (14,66 per cento), la lista Possamai sindaco (13,10 per cento), Da adesso in poi-Vinova (6,13 per cento), Europa verde-Sinistra Italiana-Coalizione civica (5,3 per cento), Azione – Italia viva (3,5 per cento), Lista Tosetto ripartiamo da Vicenza (3,4 per cento). Il candidato di centrosinistra ha staccato di oltre due punti il sindaco uscente Francesco Rucco che in questo primo turno ha avuto la peggio con il 44 per cento dei voti, con le liste Rucco Sindaco (24 per cento), Fratelli d’Italia Giorgia Meloni (10 per cento), Lega Salvini (6,4 per cento), Forza Italia (3,4 per cento).


Per quanto riguarda gli otto Comuni sopra i 15 mila abitanti, nella provincia di Venezia, a San Donà di Piave, baluardo negli ultimi dieci anni del centrosinistra, a vincere è stato Alberto Toso con il 63,14 per cento, sostenuto dalla coalizione di centrodestra composta da Fratelli d’Italia (29,4 per cento), Lega Salvini (11,8 per cento), la lista Uniti per San Donà (11,6 per cento), Si’Amo San Donà-Coraggio Italia-Forza Italia (7,7 per cento) e Insieme Possiamo (3 per cento). La candidata di centrosinistra, Francesca Zottis, si è fermata di gran lunga sotto al 33,2 per cento. Zottis è stata supportata in questa corsa dal Partito democratico (18,3 per cento), Cittàinsieme (4,8 per cento), Città delle persone (4,2 per cento), Fare civico (3,4 per cento) e Alleanza Verdi Sinistra (1,6 per cento). A Martellago a vincere è stato sempre il centrodestra con il riconfermato Andrea Saccarola, che ha raggiunto il 53,2 per cento grazie al sostegno della Lista Saccarola Sindaco (20,5 per cento), Fratelli d’Italia (14,2 per cento), Lega (12 per cento), Forza Italia (2,6 per cento), Ambiente e territorio (2,3 per cento) e #Generazione 18 più giovani in comune (1,9 per cento). A cedere il passo è stato il candidato di centrosinistra Alessio Boscolo, fermo al 46,75 per cento, sostenuto da diverse liste civiche e da Dovere civico-Partito democratico (15,6 per cento). Nella provincia di Rovigo, anche ad Adria si è votato per eleggere il primo cittadino: la vittoria è andata a Massimo Barbujani, candidatosi con una propria lista, sostenuto da Lega (4,5 per cento), da Il cantiere Adria (4,3 per cento) e da Forza Italia (2 per cento). Nulla da fare per il candidato Barbierato Omar, rimasto al 25,2 per cento delle preferenze. Il candidato era sostenuto da diverse liste civiche. Molto più indietro il candidato del Partito democratico, Cavallari Lamberto, fermo al 18,8 per cento, di cui il 10,5 ottenuto grazie ai democratici.

In provincia di Padova si è votato invece a Piove di Sacco, con l’elezione del sindaco Lucia Pizzo, che fino alla scorsa legislazione era vice del primo cittadino di centrosinistra, che ha raggiunto il 56,32 per cento grazie alla coalizione composta da Piove civica (28,9 per cento), Piove democratica (19,8 per cento) e Lista per Corte (7,2 per cento). Pizzo ha avuto la meglio sul candidato di centrodestra Mazzetto Paolo (43,6 per cento), sostenuto dalla Salvini (18,8 per cento), Fratelli d’Italia (17,2 per cento), Unione di Centro-Coraggio Italia-Forza Italia (7,9 per cento). In provincia di Treviso, oltre che nel capoluogo, si è votato anche a Vedelago, dove tutto è rimandato al prossimo turno fra i due candidati di centrodestra. Fra due settimane gli elettori saranno chiamati a scegliere fra Marco Perin (45 per cento) sostenuto dalle liste Marco Perin Sindaco (31,3 per cento), Cristina Andretta I Love Vedelago (8,8 per cento) e I Care Vedelago (4,5 per cento). A sfidarlo sarà Giuseppe Romano (44,4 per cento) sostenuto dalla Salvini (19,1 per cento), Fratelli d’Italia (13,4 per cento), Lista Denisse Braccio (7,3 per cento) e Futuro in movimento (4,4 per cento). La candidata del Partito democratico, Morao Fiorenza si è fermata all’8,1 per cento delle preferenze con l’8,4 per cento al partito.

Infine, altri tre sono i comuni importanti dove si è andati alle urne in provincia di Verona: un nuovo ballottaggio attenderà i cittadini di Sona dove i candidati Busatta Corrado (37,1 per cento), sostenuto dalla coalizione composta da Scelta per Sona per Sona (14,7 per cento), Sona Domani (14,2 per cento) e Fratelli d’Italia (9,7 per cento), fra due settimane tornerà al voto contro lo sfidante Dalla Valentina Gianfranco (26,8 per cento) supportato da Viviamo Sona (11,5 per cento), Lega -Forza Italia (9,9 per cento) e Insieme per Sona (6,3 per cento). A Bussolengo e Villafranca invece il primo cittadino è stato scelto nella prima tornata elettorale: Brizzi Roberto è il primo cittadino di Bussolengo, eletto con il 61 per cento dei voti. Il primo cittadino è stato supportato da Siamo Bussolengo-Bussolengo Domani (20,7 per cento), Lista Brizzi (18,6 per cento, Alleanza per Bussolengo (13,1 per cento) e Bussolengo al Centro (9 per cento). Boscaini Maria Paola, sostenuta dalle liste civiche e Forza Italia (7,9 per cento), si è fermata al 25,1 per cento. La Lega, che in questo Comune ha corso da sola per sostenere Finetto Silvana, si è fermata al 7,2 per cento. Medesimo destino anche nel comune di Villafranca, dove il voto del weekend ha riconfermato la guida del centrodestra con la riconferma del sindaco uscente Roberto Dall’Oca (56,8 per cento), sostenuto dalla coalizione composta da Fratelli d’Italia (19,7 per cento), Lega (13,1 per cento), Insieme si può (12,2 per cento), Forza Italia (10 per cento) e Futura (3,8 per cento). Sconfitto Faccioli Mario, con il 22 per cento, delle preferenze sostenuto da diverse liste civiche.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

nuova delhi india

Coppia di turisti spagnoli aggredita in India, lei stuprata da sette persone

I due, motociclisti, avevano piantato una tenda in un’area deserta e si stavano riposando prima di riprendere il viaggio verso il Nepal

Meloni: “Nessuna rottura con Mattarella, il rapporto è ottimo”

Parlando con i giornalisti a Toronto, la premier ha affermato di vedere “un tentativo di costruire uno scontro artefatto che non esiste: io ho un rapporto ottimo con il presidente della Repubblica”

Roma: incinta rischia di perdere la bimba, ospedale appronta parto di fortuna e la salva

Ha rischiato di perdere la figlia all'ottavo mese di gravidanza per un emorragia con distacco totale della placenta. Il caso, o il destino, però hanno...
F35B

Affonda la nave mercantile britannica Rubymar, era stata colpita dagli Houthi

Secondo il governo dello Yemen questo provocherà “una catastrofe ambientale”, trasportava infatti oltre 41 mila tonnellate di fertilizzanti

La Viceministra Gava a Nova: “Il contributo di Algeri al Piano Mattei renderà l’Italia un hub Ue”

"L’Italia e l’Algeria hanno ottime relazioni economiche, in particolare nel settore energetico"

Altre notizie

gaza

Gli Usa hanno effettuato il primo lancio di aiuti a Gaza: 30 mila i pasti paracadutati

“Dobbiamo fare di più e gli Stati Uniti faranno di più” ha detto ieri Biden

Turchia-Somalia: Erdogan e Mohamud a colloquio, focus economia e difesa

I due governi hanno concluso lo scorso 8 febbraio un accordo volto a rafforzare la cooperazione bilaterale

Milei al Parlamento argentino: “Porterò avanti la mia agenda di riforme con o senza di voi”

Il mese scorso i deputati hanno respinto la sua "Legge Omnibus", il maxi provvedimento contenente decine di riforme del sistema economico e istituzionale

La madre di Navalnyj visita la tomba il giorno dopo i funerali

La donna è stata accompagnata da Alla Abrossimova, madre della vedova di Aleksej