Banner Leonardo

Aerospazio, Urso: “L’industria del futuro passa da qui”

"Stiamo utilizzando appieno e nei tempi prescritti i fondi del piano di ripresa e resilienza"

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Nei programmi del governo “il settore dell’aerospazio ha un ruolo assolutamente centrale. Sin dall’inizio. Sia in termini di risorse che di strategia”, spiega alla “Stampa” il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso. In questo campo, racconta, “siamo tornati protagonisti. Al vertice ministeriale Esa a Parigi questo mese abbiamo investito oltre 3 miliardi in programmi che avranno grande riscontro per le imprese italiane, e abbiamo sottoscritto un primo, significativo documento trilaterale con Francia e Germania sui lanciatori del futuro, indicando la strada per garantire l’accesso autonomo dell’Europa allo spazio”. “Nel contempo – continua Urso – stiamo utilizzando appieno e nei tempi prescritti i fondi del Pnrr con significativo ritorno industriale anche per le Pmi come nel progetto Iride. Aggiungo che nella manovra abbiamo inserito un collegato, cioè un disegno di legge quadro sulla Space economy, che sarà realizzato nei prossimi mesi con un fondo per la sostenibilità che ha in dotazione iniziale 330 milioni”. Il ministro rileva come la Space economy “muove già capitali ed investimenti molto rilevanti a livello mondiale. Nel 2030 sarà il volano più importante per quella che viene già definita la nuova rivoluzione industriale di questo secolo. In tale contesto, l’Italia è molto ben posizionata, essendo tra i pochi paesi al mondo ad avere l’intera filiera industriale spaziale, dai lanciatori, ai satelliti fino all’osservazione della Terra. Una filiera distribuita su 12 distretti aerospaziali regionali e con grandi aziende (Leonardo, Thales/Alenia Spazio, Avio) e numerose pmi che assicurano un indotto straordinario”. “Il nostro governo – aggiunge – è fermamente intenzionato a supportare la ricerca e l’innovazione di questa eccellenza nazionale, anche attraverso gli strumenti messi a disposizione dall’Esa e dall’Ue e per il tramite di progetti nazionali e del Pnrr”.


Il ministero sta lavorando ad una nuova legge sullo Spazio collegata alla legge di bilancio: “Una legge quadro oggi è assolutamente necessaria, in sintonia con quello che sarà lo Space Act europeo su cui sta lavorando il Commissario Breton. Abbiamo già un confronto in atto con gli stakeholder e penso di presentare gli indirizzi al Consiglio dei ministri di fine gennaio”. Nel Pnrr c’è una quota significativa di fondi per questo settore: “Abbiamo a disposizione un mix di finanziamenti che ci aiuteranno a supportare la nostra filiera industriale. Grazie anche al Pnrr, che ci ha consentito di allocare oltre 2 miliardi, sia attraverso i programmi finanziati dalla nostra Agenzia Spaziale, sia tramite l’Esa. Aggiungo con soddisfazione che tutte le ‘milestone’ previste dal Pnrr sono state raggiunte nel settore spaziale. I progetti finanziati vanno dai lanciatori di nuova generazione, alla costellazione satellitare Iride, ai servizi a terra per il telerilevamento, tutti caratterizzati dalla piena sostenibilità ambientale e con altissimo contenuto di tecnologie di frontiera”. Per quanto riguarda, infine, il ruolo dell’Italia in questo campo: “Ho già sottolineato l’importanza della nostra completa filiera industriale che vogliamo rafforzare e collocare su livelli di specializzazione tecnologica di assoluto livello. Nel prossimo decennio tutte le cosiddette ‘tecnologie abilitanti’ avranno origine nello e dallo Spazio. L’Italia è sempre stata in prima linea nelle rivoluzioni industriali dei secoli scorsi: non possiamo quindi mancare di cogliere e gestire le attuali sfide spaziali che decideranno i protagonisti dei prossimi anni”. “Siamo in grado – conclude Urso – di muoverci su tutti i settori ed è anche per questo che abbiamo finanziato una ‘Space Factory‘ che mette a sistema le grandi e piccole e medie imprese con centri di ricerca e innovazione sparsi in tutta Italia”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

Trenitalia fa marcia indietro: non ci sarà alcun regolamento su bagagli, monopattini e biciclette a bordo

La comunicazione delle nuove direttive che sarebbero partite nella giornata di domani aveva scatenato polemiche
vertice balcani

Balcani: a Tirana il vertice regionale incentrato sul piano Ue di crescita e convergenza

La Commissione europea ha previsto un budget di sei miliardi di euro per lo sviluppo economico dei Paesi dei Balcani occidentali, con l’obiettivo di u...

Ciad: sette morti tra forze dell’ordine e aggressori nelle violenze di ieri

Per quasi un'ora i soldati hanno forzato con le armi l'ingresso di un edificio nel quartiere di Klemat, provocando numerose esplosioni

Spagna: il caso Koldo scuote il Partito socialista del premier Sanchez

Il Tribunale nazionale sta conducendo un'articolata indagine su un presunto piano per riscuotere commissioni illegali nei contratti di acquisto di materiale sanitario nei primi mesi della pandemia di Covid-19

Australia e Filippine firmano accordi su difesa e sicurezza marittima

Alla cerimonia hanno preso parte il primo ministro australiano Anthony Albanese e il presidente delle Filippine Ferdinand Marcos Junior

Altre notizie

Iran, l’analista a Nova: “Le elezioni di domani saranno un referendum sulla Repubblica islamica”

Secondo Nima Baheli "queste elezioni si svolgono in un contesto di crescente crisi di legittimità interna, che si è acuita con la morte di Mahsa Jina Amini nel 2022 e con le proteste che ne sono conseguite”

Piantedosi alle Camere sugli scontri a Pisa: “Sempre garantite le libertà costituzionali”

Il ministro difende le Forze dell'ordine: "Si tratta di servitori dello Stato e lavoratori che svolgono un ruolo fondamentale a presidio della sicurezza e della legalità"
Macron

Ucraina, Macron: “Le mie parole sulla guerra sono pesate e misurate”

Per il presidente francese si tratta di "temi sufficientemente gravi". Il Cremlino: "Danni irreparabili alla sicurezza e alla stabilità nel continente da queste dichiarazioni"
puigdemont

Spagna: la Corte suprema apre un procedimento penale per terrorismo contro Puigdemont

Secondo l'accusa Puigdemont sarebbe una delle "menti" dietro i disordini messi in atto in diverse parti della Catalogna