Banner Leonardo

A Roma gli Stati Generali del Verde, 136 mila nuovi alberi a Roma entro il 2024

Da qui a due anni la Capitale si prepara ad accogliere quasi 500 mila nuove piante, alle quali si aggiungono le 8.837 finanziate dal decreto Clima

Roma
,

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Grazie ai fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza a Roma entro dicembre 2024 arriveranno 136 mila nuovi alberi. Si partirà dall’area est della città per poi proseguire con le piantumazioni, programmate su 136 ettari di terreni. Entro dicembre 2025, poi, quando arriverà la seconda annualità del Pnrr è prevista la messa a dimora di 331 mila piante forestali su 331 ettari. Da qui a due anni, quindi, la Capitale si prepara ad accogliere quasi 500 mila nuove piante, alle quali si aggiungono le 8.837 finanziate dal decreto Clima – e che saranno piantumate nelle zone di Pietralata, Torre Spaccata e Casal Brunori – e le forestazioni del programma sperimentale per l’adattamento ai cambiamenti climatici del ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica. Lo stato del patrimonio verde e gli interventi futuri sono stati illustrati oggi nel corso degli Stati Generali del Verde di Roma, ospitati nella Sala della Protomoteca del Campidoglio. All’evento hanno partecipato il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e l’assessora capitolina all’Ambiente, Sabrina Alfonsi.


“L’obiettivo di questa amministrazione – ha detto il primo cittadino di Roma – è fare una vera e propria rivoluzione e trasformazione per rendere il verde accessibile, curarlo, renderlo fruibile ai cittadini ma anche rendere Roma protagonista tramite il suo patrimonio della sfida che oggi deve essere prioritaria per tutti: la sfida climatica”. Nel 2023 il Comune ha speso quasi 34 milioni per la cura delle aree verdi. Nel complesso, negli ultimi tre anni per la riqualificazione e la nuova progettazione di parchi e aree si è passati dai 6,7 milioni del 2020, ai 18 milioni nell’ultimo bimestre del 2021. Per la cura, invece, si è passati dai 33 milioni del 2022 ai quasi 34 milioni di quest’anno, di cui oltre 4 milioni trasferiti ai Municipi. Inoltre, anche la capacità di spesa del Comune è aumentata: dal 39 per cento di fondi spesi su quelli impegnati nel 2020 si è arrivati al 93 per cento del 2022 e “l’obiettivo è raggiungere il 100 per cento di fondi spesi nel 2023”, ha sottolineato Alfonsi.

Con le azioni intraprese negli ultimi due anni “stiamo cercando di fare un doppio passo: da una parte portare a un livello adeguato gli interventi ordinari di manutenzione e cura del verde, che erano drammaticamente sotto finanziati: si curavano 6 mila alberi all’anno invece di 70 mila – ha spiegato Gualtieri -. Ma il lavoro di cura, che è stato rafforzato, non è sufficiente perché la nostra ambizione è di trasformazione. Per questo abbiamo deciso di fare del verde di Roma uno degli asset fondamentali di una città che fa il suo nella mitigazione ai cambiamenti climatici”. Per quanto riguarda la cura del patrimonio esistente, dal 2021 a Roma sono stati somministrati trattamenti endoterapici contro il parassita della Toumeyella (la cocciniglia) a oltre 48.500 pini sul totale di circa 50 mila. Fino al 2021 erano stati circa 3.200. Un totale di 7 mila alberi, invece, sono stati abbattuti perché versavano in condizione di pericolosità.

“Roma è la Capitale più verde d’Europa – ha proseguito Alfonsi – ma la visione del sindaco Gualtieri e di questa amministrazione è di farla diventare una metropoli sostenibile, a partire dal suo verde. Roma deve dialogare e interagire con il suo patrimonio e ripensare a sé stessa come Capitale ambientale e culturale, due concetti che sono sullo stesso piano. Roma – ha concluso – la città di pietra deve pensare agli alberi come al proprio futuro. Trasformare, senza stravolgere, con la consapevolezza che il cambiamento è necessario e che il paesaggio deve accogliere più verde, soprattutto nei quadranti che ne hanno più bisogno e dove la salute cittadini ne ha più bisogno”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram

© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

ARTICOLI CORRELATI

Ultime notizie

incendio valencia

Grattacielo in fiamme a Valencia: persone intrappolate nell’edificio, ci sono feriti – video

L'incendio è partito da uno dei piani terra ma si è rapidamente propagato lungo tutta la facciata

Per i neopatentati il divieto di guida di auto sportive sale a tre anni

Lo specificano fonti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, smentendo quanto riportato da alcuni siti di informazione sul nuovo Codice della strada

Cultura: da Baglioni all’Eur al “Panini Village” a San Giovanni, gli eventi a Roma

Il fine settimana ormai alle porte offre nella Capitale un ricco calendario di eventi culturali. Teatro, danza, musica, cinema, arte: l'offerta è rivo...

Tajani: “La morte di Navalnyj è un omicidio politico commesso dal regime di Putin”

"Dietro l’uccisione dell’oppositore russo c’è sempre stata una volontà politica”

Altre notizie

Iraq, il presidente del Kurdistan Barzani: “Le milizie filo-iraniane sono più pericolose dello Stato islamico̶...

"Le cellule dell’Is occupavano un terzo dell’Iraq e noi conoscevamo bene quei fronti di battaglia, ma i combattenti filo-iraniani sono un nemico interno"

Mattarella da lunedì a Cipro: rapporti bilaterali e Mediterraneo al centro della visita

Un appuntamento significativo, non solo perché si tratta della prima visita ufficiale di un capo di Stato italiano sull’isola ma anche per l’importanza che riveste oggi il Mediterraneo orientale, alla luce della situazione geopolitica
germania

L’appello della Conferenza episcopale tedesca: “Non votare per l’estrema destra”

Per i vescovi i cristiani non possono impegnarsi né essere eletti nei partiti della destra radicale

Brasile: l’inchiesta su Bolsonaro fa lievitare la tensione, si preparano arresti tra generali dell’esercito

Mentre si avvicina l’ora della convocazione, fonti di stampa hanno reso noto che l’esercito sta preparando, a Brasilia, delle celle speciali
verde caldo parco sempione

Roma: 100 nuovi parchi in periferia in dieci anni, i primi 50 entro il 2026

Il piano è stato illustrato oggi in Campidoglio