A marzo una Conferenza dei donatori per il terremoto in Turchia e Siria

L'obiettivo della conferenza ad alto livello, che sarà aperta agli Stati membri dell'Ue, ai Paesi limitrofi, ai membri delle Nazioni Unite, alle istituzioni finanziarie internazionali e ad altre parti interessate, è coordinare la risposta dei donatori e raccogliere risorse a sostegno della rapida ripresa e dei soccorsi nelle aree colpite dal sisma

von der leyen

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, e il primo ministro svedese, Ulf Kristersson, hanno annunciato oggi l’intenzione di ospitare una Conferenza dei donatori, in coordinamento con le autorità turche, per mobilitare fondi della comunità internazionale a sostegno delle popolazioni di Turchia e Siria dopo il devastante terremoto di questa settimana. L’evento sarà ospitato a marzo a Bruxelles, secondo quanto precisa una nota diramata dalla Commissione europea. La Conferenza dei donatori contribuirà a mobilitare la comunità internazionale per far fronte alle conseguenze dei devastanti terremoti di questa settimana. L’obiettivo della conferenza ad alto livello, che sarà aperta agli Stati membri dell’Ue, ai Paesi limitrofi, ai membri delle Nazioni Unite, alle istituzioni finanziarie internazionali e ad altre parti interessate, è coordinare la risposta dei donatori e raccogliere risorse a sostegno della rapida ripresa e dei soccorsi nelle aree colpite di Turchia e Siria. La conferenza sarà presieduta congiuntamente dal commissario all’Allargamento, Oliver Varhelyi, e dal ministro svedese per la cooperazione internazionale allo sviluppo e il commercio estero, Johan Forssell.

“Siamo tutti scossi dagli effetti devastanti dei terremoti che hanno colpito Turchia e la Siria questa settimana. La priorità adesso è lavorare 24 ore su 24 per salvare quante più vite possibili quante più persone sono ancora intrappolate sotto le macerie, negli edifici. Per questo si è subito attivato il Meccanismo di protezione civile dell’Ue che ha inviato finora 31 squadre di ricerca e soccorso e 5 squadre mediche da 23 Paesi. Ma stiamo già inviando un messaggio al popolo della Turchia e della Siria: l’Ue sosterrà le vostre comunità. Perché nessuno dovrebbe essere lasciato solo quando una tragedia come questa colpisce un popolo”, ha affermato la presidente von der Leyen, annunciando la Conferenza dei donatori dopo una telefonata con il primo ministro svedese Kristersson. Il primo ministro Kristersson ha dichiarato: “Il terremoto in Turchia e nel nord della Siria è un disastro senza precedenti recenti. L’entità della perdita di vite umane e dei danni fisici sta diventando sempre più chiara di giorno in giorno. Le conseguenze sono davvero orrende. In qualità di presidente del Consiglio dell’Unione europea, la Svezia vuole garantire che l’assistenza dell’Ue sia adeguata per soddisfare le esigenze del popolo turco e siriano in questo momento terribile”.

Leggi anche altre notizie su Nova News
Seguici sui canali social di Nova News su Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram, Telegram