FINESTRA SUL MONDO
 
Finestra sul mondo: Spagna, ministero Esteri accusa Torra di creare rete di "ambasciate" per forzare "separazione"
 
 
Madrid, 09 ott 11:12 - (Agenzia Nova) - Il ministero degli Affari esteri spagnolo ha presentato ricorso per fermare l'apertura delle nuove delegazioni del governo della Catalogna in Messico, Buenos Aires e Tunisia. Il documento chiede alla giustizia di paralizzare l'ordine di apertura perché ritengono che questi uffici causino "danni all'interesse generale". La Generalitat ha risposto ieri nominando i responsabili di questi tre uffici. Il documento giudiziario, visionato dal quotidiano spagnolo “El Pais”, critica il lavoro svolto finora dagli uffici esteri catalani, definendoli "uno strumento per attuare una politica della Generalitat il cui scopo è la separazione della Spagna", e chiede alla giustizia di impedirne l'apertura. La Generalitat ha già 15 delegazioni in funzione in tutto il mondo, che servono un totale di 39 paesi. Nel suo appello alla Corte superiore di Giustizia della Catalogna per fermare l'apertura di queste nuove delegazioni, il ministero fa una revisione approfondita dell'attività delle cosiddette “ambasciate” catalane e conclude che svolgono "azioni contrarie all'attuale ordinanza e in particolare ai principi di unità di azione all'estero ”. Il documento sostiene che queste azioni potrebbero "trasmettere all'estero l'idea che la Catalogna goda di uno status giuridico privilegiato nel campo dell'azione esterna nell'ambito costituzionale interno spagnolo". Vengono citate una moltitudine di esempi concreti (le azioni degli uffici nel Regno Unito e in Irlanda, Svizzera, Germania, Francia e Italia) per sostenere l'idea che questa rete esterna sia "subordinata all'obiettivo secessionista e, in breve, come struttura istituzionale tipica di un soggetto di diritto internazionale”. (Sit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..