NAPOLI

 
 
 

Napoli: de Magistris, sindaci non sono amministratori di condominio

Napoli, 21 mag 09:51 - (Agenzia Nova) - "I tre miliardari dati ai Comuni sono pochissimi rispetto ai sei che l'Anci, devo dire anche con non sufficiente forza, ha richiesto al Governo". Così Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, a Radio Crc. "Il Governo ci lascia con zero euro per costruire un'estate a Napoli - ha proseguito de Magistris - se le cose continuano così faremo una riunione con tutti i sindaci, daremo una quindicina di giorni al Governo per dare risposte concrete, altrimenti sarà rottura". Sul rilancio della ristorazione e dell'industria del tempo libero poi ha affermato: "Chiedo che entro 15 giorni ci sia un decreto legge che abbia ad oggetto il rilancio del Paese con sostegno ai comuni, oppure ci sarà rottura costituzionale senza precedenti con il governo; hanno relegato i sindaci in una posizione del tutto inconsistenze: sindaci come amministratori di condominio. Ci ribelliamo a questa logica ottusa e incompetente. I sindaci devono riacquistare il potere di ordinanza, che, comunque, ci riprenderemo nelle prossime ore. Non è possibile che siano le Regioni a decidere per le città. Si stanno violando prerogative costituzionali, con gravissime ripercussioni sulle vite dei cittadini. Se questo è l'assetto ci stanno consegnando al disastro economico e sociale una delle fasi più importanti per il nostro Paese, ma l'Anci deve essere più forte. Con queste misure, come anche l'ultima ordinanza, si consegna al baratro una situazione già drammatica, proprio perché si mette in mano questo periodo a chi non ha nessuna competenza in merito", ha concluso de Magistris.

(Ren)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE