NAPOLI
Mostra l'articolo per intero...
 
Napoli: Panini, sentenza corte costituzionale apre vuoto normativo, intervenga Parlamento
 
 
Napoli, 28 gen 18:48 - (Agenzia Nova) - "Oggi la Corte Costituzionale, con la sentenza n. 4, ha dichiarato la illegittimità costituzionale dell'art. 2, comma 6, del Decreto Legge 19 giugno 2015 n. 78, per contrasto con gli articoli 81, 97, primo comma, e 119, sesto comma della Costituzione. Tale sentenza sancisce il divieto di utilizzare le anticipazioni di liquidità in conto fondo crediti dubbia esigibilità". Lo ha affermato in una nota il vicesindaco di Napoli Enrico Panini che ha spiegato: "La questione di legittimità costituzionale era stata rimessa in via incidentale dalle Sezioni riunite in speciale composizione della Corte dei conti in ordine a un ricorso del Comune di Napoli contro la delibera n. 107 del 10 settembre 2018 della sezione regionale di controllo della Campania che aveva accertato il difetto di copertura di alcuni programmi di spesa. Le anticipazioni di liquidità sono prestiti fatti ai Comuni nell'anno 2013 per pagare debiti pregressi di fornitura ai creditori dell'Ente". Quindi ha aggiunto: "Il Comune di Napoli, come tanti altri, in ossequio all'articolo dichiarato ora incostituzionale, ha ritenuto che le anticipazioni di liquidità dovessero essere considerate in conto fondo crediti di dubbia esigibilità, mentre la Corte costituzionale ritiene che tale anticipazione sia aggiuntiva rispetto al fondo e, pertanto, dovesse essere inserita nel risultato di amministrazione". (segue) (Ren)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..