NAPOLI
Mostra l'articolo per intero...
 
Napoli: il 25 maggio in Villa comunale torna il progetto "Una città per giocare" (2)
 
 
Napoli, 17 mag 16:54 - (Agenzia Nova) - "Il gioco – ha spiegato l'assessore alle Politiche Sociali Roberta Gaeta – non è solo un'attività per bambini ma un collante sociale intergenerazionale: attraverso il gioco si costruiscono relazioni durature, che permetteranno di prevenire e contrastare i problemi della crescita: il gioco è un elemento importante di prevenzione, perché quando si parla di disagio o criminalità minorile, spesso è da imputare ad una mancata relazione fra il bambino e l'adulto. Con il gioco si costruisce questa relazione, fin dall'infanzia." Non a caso per quest'anno il tema dell'edizione 2019 della Giornata mondiale del gioco sarà "il gioco è un diritto": "Crediamo nel valore del gioco per la crescita dei singoli e delle comunità – ha concluso Viviana Luongo, responsabile del progetto ‘Una città per giocare’ -. La giornata del 25 maggio sarà articolata in aree tematiche, in cui saranno proposte attività di gioco e momenti di scambio e confronto su buone prassi legare all'utilizzo del gioco in attività formative ed educative. È stata grande, come lo scorso anno, la partecipazione all'evento da parte di realtà che vogliono cimentarsi nel gioco cittadino". Tanti i partner che hanno aderito all'iniziativa: la rete Itla, Ali per giocare, Ludobus Artingioco, Melagioco, l'Altralena, Unione italiana ciechi e ipovedenti, Mammamà, Natura sottosopra, Le nuvole scienza, Passione infinita, Valori comuni, La volpe Sophia, La voce delle farfalle, Agrigiochiamo, i Brikanti, La tana del Goblin, Circobus, Chiave d'argento, Scacchistica partenopea, Ole e Ilva, I morks, il Teatro nel baule e tanti altri. (Ren)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..