TORINO
Mostra l'articolo per intero...
 
Torino: bando del ministero conferma casello autostradale di Beinasco, sindaci chiedono di ritirarlo
 
 
Torino, 02 ott 11:18 - (Agenzia Nova) - La pubblicazione del bando di gara per il rinnovo delle concessioni autostradali non ferma la battaglia dei Comuni, della Città Metropolitana di Torino e della Regione Piemonte per l’eliminazione del casello autostradale di Beinasco. Ieri a Beinasco si è tenuto un incontro tra Marco Gabusi, assessore regionale ai Trasporti, e sindaci e assessori di Beinasco, Bruino, Candiolo, None, Orbassano, Piossasco, Rivalta, Volvera, Vinovo, con la condivisione del Vicesindaco della Città metropolitana di Torino, Marco Marocco, che avevano definito a luglio una linea unitaria per la soppressione del casello di Beinasco con una serie di proposte alternative da presentare al Ministero con un incontro previsto agli inizi di settembre a Roma. La decisione del Ministero dei Trasporti di pubblicare il bando di gara per l’assegnazione delle concessioni della tangenziale di Torino ha interrotto il dialogo. Stralciando dal capitolato la gestione dei pedaggi, il bando di gara impedisce di fatto l’avvio del percorso di eliminazione dei caselli. La reazione dei sindaci della zona è stata l’invio di una lettera al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, dove sottolineano: “Ci spiace e amareggia profondamente come il dialogo che prevedeva la condivisione con i nostri territori di alcune delle decisioni strategiche sulle concessioni autostradali si sia bruscamente interrotta. La decisione da parte del Ministero da Lei diretto di pubblicare il bando di gara per l’assegnazione delle concessioni della tangenziale di Torino, della A21 Torino Piacenza, della A5 Torino Quincinetto e della Torino Pinerolo, ha escluso dalla discussione la voce e le istanze dei territori e dei cittadini che rappresentiamo per una decisione calata dall’alto. Si tratta di una scelta che non condividiamo e che auspichiamo la Ministra De Micheli voglia rivedere riattivando il dialogo con la Regione, la Città Metropolitana e i Comuni direttamente interessati.” Gli amministratori locali ora chiedono che il bando per il rinnovo della concessione autostradale sia ritirato o modificato. (segue) (Rpi)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..