KOSOVO

 
 

Kosovo: “Rtk”, Serbia voleva assassinare premier Kurti a Skopje ma Nord Macedonia smentisce

Pristina, 10 feb 18:36 - (Agenzia Nova) - La Serbia avrebbe voluto assassinare il premier del Kosovo Albin Kurti a Skopje, in Macedonia del Nord. E’ quanto ha sostenuto l’emittente pubblica kosovara “Rtk” sulla base di informazioni ricevute dagli apparati di sicurezza di Pristina. Kurti ha raggiunto la capitale macedone ieri sera, dopo aver partecipato a New York a una riunione straordinaria del Consiglio di sicurezza dell'Onu sulla situazione in Kosovo. Secondo le fonti di “Rtk”, la minaccia alla vita del primo ministro Kurti, che nel frattempo è già rientrato in patria, era seria. Alla luce di questo pericolo, le autorità kosovare hanno immediatamente informato le autorità competenti nella Macedonia del Nord. Una fonte ha attribuito a Belgrado la responsabilità di un’operazione in cui “inganni sui media si sono intrecciati ad azioni sul campo da parte di possibili assassini dell’estremismo serbo-macedone, vicini alla Federazione Russa ma sotto il controllo delle istituzioni serbe”. Tuttavia, il ministero dell’Interno della Macedonia del Nord ha negato le indiscrezioni su un possibile attentato alla vita del capo del governo kosovaro. “Non c’è stato alcun tentativo di assassinio durante la visita del primo ministro kosovaro Albin Kurti a Skopje. Per quanto riguarda la sicurezza durante la sua visita, è stata organizzata secondo le regole”, ha detto il portavoce del dicastero Toni Angelovski al portale “Telegrafi Makedonija”. L’ambasciatore serbo negli Stati Uniti Marko Djuric ha qualificato le indiscrezioni come “fantascienza” e le ha legate al “fiasco” di Kurti “al Consiglio di sicurezza dell’Onu”. (Alt)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE