AGRICOLTURA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Agricoltura: Tiso (Confeuro), deroga Commissione Ue è primo passo ma non sufficiente

Roma, 01 feb 10:50 - (Agenzia Nova) - La protesta del settore agroalimentare in queste settimane "è cresciuta forte e coesa" e "la Commissione Europea ha proposto di consentire agli agricoltori degli Stati membri di avvalersi di deroghe per l'anno 2024 dalle disposizioni della politica agricola comune che li obbligano a conservare determinate zone non produttive. A giudizio di Confeuro, la deroga al 4 per cento che la commissione intende varare è sicuramente un passo positivo ma per quanto ci riguarda risulta essere ancora insufficiente, una sorta di palliativo che purtroppo non risolve le problematiche e le criticità che hanno travolto gli agricoltori negli ultimi anni". Lo afferma in una nota in una nota stampa, Andrea Tiso, presidente nazionale di Confeuro, la Confederazione degli agricoltori europei e del mondo. "Per noi, infatti, il punto cardine deve essere in primis la redditività - aggiunge . Se non riconosciamo a chi produce la giusta remunerazione non risolveremo mai il problema. Dunque, è innanzitutto necessario intervenire sulla gestione dei flussi internazionali dei prodotti agricoli, sulla concorrenza dei prodotti extracomunitari, e sul braccio di ferro con la Gdo. Bisogna interrogarsi, inoltre, su come tutelare le aziende agricole italiane ed europee in questi ambiti". (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE