TUNISIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Tunisia: torna l’incubo del terrorismo nella stagione estiva dopo gli attacchi di Jendouba (3)

Tunisi, 12 lug 2018 17:30 - (Agenzia Nova) - “Non c'è stato alcun licenziamento, semplicemente abbiamo trovato 250 posti lasciati vacanti per anni e le nomine sono di competenza del ministro dell’Interno. Chi vuole guadagnare punti facendo un collegamento tra l'attacco terroristico e le nomine deve trovare un altro pretesto", ha detto Jeribi rispondendo alle accuse secondo cui i terroristi avrebbero approfittato del cambio ai vertici del ministero dell’Interno. "I funzionari che sono stati nominati provengono dal corpo di sicurezza e dalla Guardia nazionale”, ha aggiunto il ministro, precisando che non vi è stato alcun licenziamento o azione disciplinare contro i funzionari del dicastero. Le nomine, secondo Jeribi, hanno coinvolto solo il 5 per cento degli organismi e hanno riguardato principalmente la gestione delle frontiere. I turisti che scelgono di trascorrere le vacanze estive in Tunisia, ha rassicurato il ministro dell’Interno, “sono al sicuro” e la situazione di sicurezza nel paese è “sotto controllo”. "Nessun paese è immune alle minacce terroristiche. Tutti soffrono di questo flagello. Esiste una volontà internazionale per sconfiggere il terrorismo. Il fatto che questi terroristi siano circondati li ha spinti a ritirarsi nelle montagne. In Tunisia, stiamo passando da una strategia antiterrorismo a una strategia di eliminazione totale", ha aggiunto Jeribi. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE