GIAPPONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Giappone: stagnazione salari disincentiverà immigrazione asiatica entro un decennio

Tokyo, 05 dic 2022 04:53 - (Agenzia Nova) - La stagnazione dei salari in Giappone rischia di disincentivare l'immigrazione di lavoratori da Cina e Sud-est asiatico entro un decennio. E' l'avvertimento lanciato in uno studio di nuova pubblicazione dal Japan Center for Economic Research (Jcer). In uno studio, il centro di ricerca economica ha paragonato i salari degli operai in Cina, Vietnam, Filippine, Indonesia e Thailandia agli stipendi che un lavoratore straniero riceverebbe tramite i programmi di tirocinio tecnico professionale sponsorizzati dal governo giapponese: entro il 2032, i salari in tutti i Paesi analizzati ad eccezione delle Filippine saranno superiori alla metà di quanto guadagnato da un tirocinante straniero in Giappone. Secondo il Jcer, il superamento di tale soglia disincentiverà i lavoratori stranieri a recarsi in Giappone, data una serie di altri fattori come le differenze nel costo della vita. Il centro di ricerca evidenzia come la recente svalutazione dello yen abbia già spinto alcuni lavoratori stranieri ad andarsene, specie in un contesto segnato da una crescente competizione tra Paesi asiatici per l'attrazione della forza lavoro. Per le sue stime, il Jcer ha supposto un incremento medio annuo dei salari giapponesi dell'1,6 per cento. (segue) (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE