BUSINESS NEWS

 
 

Business news: Tunisia, compagnia Stir su nuova rotta commerciale nafta russa, siamo solo Paese di transito

Tunisi, 04 dic 2022 04:00 - (Agenzia Nova) - La Tunisia è solo un Paese di transito per la nafta di produzione che viene esportata verso la Corea del Sud. Lo chiarisce la presidente e direttrice generale della società tunisina delle industrie di raffinazione Stir, Fakhta Mehouachi in dichiarazioni rese all'emittente radiofonica "Mosaique Fm". Il commento giunge dopo che nei giorni scorsi sui media internazionali sono circolate indiscrezioni su una nuova rotta commerciale non tradizionale per la nafta russa dalla Tunisia verso la Corea del Sud alla luce delle sanzioni imposte dai Paesi del G7 contro Mosca a seguito dell’invasione dell'Ucraina. Secondo quanto riferito da media internazionali, la Corea del Sud avrebbe infatti iniziato a importare nafta dalla Tunisia che a sua volta ha registrato un balzo delle forniture dalla Russia. In merito a tali indiscrezioni, Mehouachi ha spiegato "che una società specializzata nel commercio globale ha legalmente fornito magazzini nel porto di Skhira, nel governatorato di Sfax (Tunisia meridionale) che sono stati affittati a società internazionali che importano ed esportano nafta russa, il che significa che il Paese nordafricano non ha nulla a che fare con tali traffici, essendo semplicemente un Paese di transito”. Secondo la presidente di Stir, la Tunisia produce 20mila tonnellate di nafta ogni 45 giorni e la compagnia la vende direttamente alle società che assicurano il trasporto via nave. Mehouachi ha sottolineato che gli acquirenti sono generalmente dei Paesi del bacino del Mediterraneo. Mehouachi ha affermato inoltre che la nafta viene utilizzata nella produzione di prodotti petroliferi, materie plastiche e industrie petrolchimiche, e non viene consumata in Tunisia, il che spiega la sua completa esportazione all'estero. (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE