ENERGIA

 
 

Energia: fonti Ue, tetto ai prezzi generalizzato presenta rischi di mercato

Bruxelles, 29 set 2022 16:10 - (Agenzia Nova) - La Commissione europea non sta dicendo di no alla lettera firmata da 15 Stati membri che chiedono un tetto generalizzato ai prezzi del gas importato in Europa. Lo si apprende da funzionari della Commissione medesima. "Non penso che sia giusto metterla in questi termini, la richiesta degli Stati membri presenta però rischi significativi", ha specificato la fonte. "Automaticamente, potremmo indurre una riduzione delle forniture nel mercato Ue. Altrimenti, molti fornitori non venderebbero adesso a prezzi elevati. Forse questo può essere contenuto, ma sarebbe qualcosa che dovremmo affrontare e, in caso di riduzione delle forniture, parte dei vantaggi della riduzione dei prezzi verrebbero meno", ha aggiunto la fonte. "Inoltre, quello che garantisce la sicurezza dell'approvvigionamento di Lng all'Europa, in questo momento, è soprattutto la questione del prezzo. È un mercato molto stretto e dobbiamo stare attenti, nella nostra visione, a non provocare una riduzione delle forniture". Nel documento informale inviato dalla Commissione agli ambasciatori Ue, in vista del consiglio straordinario Energia di domani, non si fa infatti riferimento a un tetto al prezzo del gas generico, ma si consiglia di indirizzare le misure di contrasto ai prezzi dell'energia verso un tetto al prezzo del gas russo e, allo stesso tempo, verso una contrattazione con gli Stati fornitori che l'Ue può considerare affidabili, come confermato dal funzionario Ue. "La Commissione vede un campo d'azione per una riduzione dei prezzi e un intervento sul mercato ma, in virtù dei rischi relativi, pensiamo sia meglio intervenire con un tetto al prezzo del gas russo e una forte negoziazione con i fornitori affidabili". (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE