CONGO-KINSHASA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Congo-Kinshasa: riprendono oggi in Kenya i colloqui sulla crisi nell'est, assenti i ribelli dell'M23 (4)

Kinshasa, 28 nov 2022 10:35 - (Agenzia Nova) - A Luanda i presidenti della Repubblica democratica del Congo (Rdc) e del Ruanda, Felix Tshisekedi e Paul Kagame, hanno firmato un accordo nel quale si impegnano a mettere fine alle ostilità in corso nell'est congolese a partire dallo scorso 25 novembre. La dichiarazione è stata firmata nel quadro del mini-vertice convocato il 23 novembre a Luanda dal presidente angolano Joao Lourenco per discutere della crisi legata agli attacchi del Movimento 23 marzo (M23), alla presenza del presidente del Burundi, Evariste Ndayishimiye, e dell'ex presidente keniota Uhuru Kenyatta, attuale mediatore della Comunità dell'Africa orientale (Eac) per la Rdc. Presente alla firma anche il ministro degli Esteri ruandese, Vincent Biruta. I firmatari hanno inoltre convenuto che se i ribelli dell'M23 non si ritireranno immediatamente dai territori congolesi occupati, le truppe della forza regionale schierata dalla Comunità dell'Africa orientale (Eac) - cui stanno partecipando attivamente gli eserciti di Kenya, Uganda e Burundi - attaccheranno le posizioni dei miliziani. L'Ufficio del dipartimento di Stato Usa per gli affari africani ha accolto "con favore gli sforzi" messi in atto dal governo dell'Angola insieme ai leader dei Paesi dei Grandi Laghi "per porre fine alla violenza e alle sofferenze nella parte orientale della Repubblica democratica del Congo (Rdc). Washington ha sottolineato che un simile obiettivo è raggiungibile solo "se l'M23 cessa la sua offensiva, il Ruanda interrompe il suo sostegno all'M23 e tutte le parti rifiutano l'incitamento all'odio e mantengono gli impegni di pace e riconciliazione". In un documento ufficiale, il parlamento europeo ha invitato il Ruanda a "smettere di sostenere gli M23" e ha esortato i Paesi dell'Ue ad imporre sanzioni a chiunque violi i diritti umani nell'est congolese, auspicando che quelle già esistenti contro gli alti comandanti dell'M23 "siano mantenute ed estese per includere (...) alti funzionari di tutta la regione che sono complici degli abusi del gruppo armato". (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE