MEDIO ORIENTE

 
 

Medio Oriente: Papa auspica dialogo israelo-palestinese dopo attentato Gerusalemme e violenze a Nablus

Città del Vaticano , 27 nov 2022 12:15 - (Agenzia Nova) - Papa Francesco ha espresso la sua preoccupazione per le violenze in corso in Israele e nei Territori palestinesi, citando il duplice attentato dello scorso 23 novembre a Gerusalemme (costato due morti e oltre 20 feriti) e l’uccisione di un palestinese, avvenuta lo stesso giorno nella città di Nablus, nel nord della Cisgiordania. Parlando al termine dell’Angelus domenicale in piazza San Pietro, il Papa ha affermato: "Seguo con preoccupazione l'aumento della violenza e degli scontri che da mesi avvengono nello stato di Palestina e in quello di Israele mercoledì scorso due vili attentati a Gerusalemme hanno ferito tante persone e ucciso un ragazzo israeliano e lo stesso giorno durante gli scontri armati e Nablus è morto un ragazzo palestinese. La violenza uccide il futuro, spezzando la vita dei più giovani e indebolendo le speranze di pace. Preghiamo per questi giovani morti e le loro famiglie in particolare per le loro mamme". Quindi l'appello del Santo Padre: "Auspico che le autorità israeliane e palestinesi abbiano maggiormente a cuore la ricerca del dialogo, costruendo la fiducia reciproca, senza la quale non ci sarà mai una soluzione di pace in Terrasanta". (Civ)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE