UCRAINA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ucraina: viceministra Sereni a “Nova”, da Putin segnale debolezza che però aumenta tensioni e rischi

New York, 22 set 2022 21:35 - (Agenzia Nova) - Le parole pronunciate nei giorni scorsi dal presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, sono “pericolose, e pur rappresentando forse un segnale di debolezza aumentano comunque le tensioni e il rischio di escalation”. Lo ha detto Marina Sereni, viceministra degli Esteri, in una intervista organizzata con “Agenzia Nova” a margine della sua visita a New York, in occasione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. “Durante il suo discorso al dibattito generale, il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è stato molto chiaro: per l’Italia i referendum organizzati per annettere i territori occupati sono illegali e dobbiamo rimanere uniti al fianco dell’Ucraina, continuando a sfruttare gli strumenti che hanno consentito di aiutare il Paese a difendersi senza una partecipazione diretta nel conflitto”, ha detto, aggiungendo che una parte degli eventi organizzati a margine della settimana di alto livello a New York sono stati legati proprio all’esigenza di reagire e ribadire il comune impegno nei confronti dell’Ucraina. A questo proposito, ha ricordato, si sono svolte due riunioni informali dei ministri degli Esteri dell’Unione europea: a quella straordinaria di ieri, chiusa con una dichiarazione dell’Alto rappresentante Josep Borrell a nome dei 27 Paesi, ha preso parte anche il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. (segue) (Was)

"Nova è un riferimento molto importante e autorevole che in questi vent’anni si è costruita una grande credibilità a livello giornalistico"

Marina Sereni
Viceministra degli Affari Esteri e dellaCooperazione Internazionale
24 luglio 2021


ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE