NATO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Nato: direttore Uiki a “Nova”, da Svezia e Finlandia scelta pericolosa per comunità curda (3)

Roma, 30 giu 12:50 - (Agenzia Nova) - Sulla questione delle 33 domande di estradizione inviate dalla Turchia a Svezia e Finlandia, Orkan ha precisato che la lista presenta diverse criticità: “Non solo nella lista ci sono curdi che non possono essere estradati in Turchia in quanto non cittadini turchi – come nel caso di Aminah Kakabaveh, curda-iraniana deputata nel parlamento svedese -, ma figurano anche individui già morti, come Siracettin Bilgin, scrittore e intellettuale curdo, che conoscevo e che è morto anni fa. Bisogna poi vedere quanti e quali curdi Helsinki e Stoccolma vorranno estradare”. Inoltre, Orkan precisa che “le domande di estradizione sono state fatte anche nei confronti di civili curdi che conducono una normalissima vita secondo i principi degli ordinamenti democratici dei due Paesi scandinavi, e che con il Pkk non hanno nulla a che fare dal momento che l’asilo politico garantito dai Paesi nordici, negli anni, è stato rivolto anche a vietnamiti, palestinesi e altri popoli e non solo ai curdi del partito”. Ciò accade perché, secondo il direttore di Uiki, “la Turchia utilizza l’accusa di terrorismo e di sostegno al Pkk per qualsiasi oppositore di Erdogan: accademici e giornalisti fuori dalle attività del partito ma contrari alle politiche repressive dentro e fuori la Turchia di Erdogan figurano nella lista, mentre in Turchia l’accusa di simpatizzare per il Pkk ha portato all’arresto di diversi politici del Partito democratico dei Popoli (Hdp), principale formazione di sinistra e di opposizione costantemente sotto attacco dello Stato”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE