LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: vicepresidente Kajman a "Nova", a Palermo passi in avanti ma il sud è stato messo da parte (5)

Tripoli, 20 nov 2018 16:30 - (Agenzia Nova) - “In base a questo accordo - aggiunge il vicepresidente - abbiamo presentato un programma sulla sicurezza per addestrare ed equipaggiare i presidi di frontiera e le pattuglie per la difesa dei confini. Abbiamo presentato programmi di sviluppo complementari per coprire le esigenze di tutte le zone, con progetti di piccola e media dimensione e anche programmi sociali per facilitare il riavvicinamento tra le tribù”. Il vero problema, secondo il vicepresidente, è che tutti questi programmi “non sono stati sostenuti, nonostante le promesse di un budget di 200 milioni di euro come ci era stato assicurato e nonostante siano state sostenute altre regioni della Libia come con l’ospedale militare di Misurata, mentre il piano di difesa dei confini si è limitato a rifornire la Guardia costiera per difendere le coste libiche dai barconi dei migranti”. A quasi due anni dalla firma dell’accordo “il sud non ha visto alcun aiuto o sostegno da parte italiana o del Consiglio di presidenza libico ed è per questo che siamo arrivati all’attuale crisi nel sud”, afferma ancora Kajman. (segue) (Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE