USA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Usa: ex capo sicurezza di Uber colpevole di non aver notificato breccia nei sistemi alle autorità

Washington, 06 ott 00:12 - (Agenzia Nova) - Joe Sullivan, ex capo della sicurezza di Uber, è stato dichiarato colpevole da un tribunale federale statunitense per non aver notificato alle autorità competenti una breccia nei sistemi informatici della società. Stando al verdetto della giuria, Sullivan è stato riconosciuto colpevole di aver ostacolato le indagini della Commissione federale per il commercio degli Stati Uniti (Ftc), e per aver nascosto informazioni alle autorità. Nel 2016, mentre la commissione stava già indagando su una breccia nei sistemi di Uber, l’ex capo della sicurezza sarebbe venuto a conoscenza di una seconda falla che ha colpito gli account di più di 57 milioni di utenti tra passeggeri e guidatori. Il processo a Sullivan si è concluso venerdì, e la giuria ha impiegato più di 19 ore per raggiungere un verdetto. “Apprezziamo il loro impegno, anche se ovviamente non siamo d’accordo con il verdetto: l’unico intento dell’imputato era quello di proteggere la sicurezza dei dati personali dei clienti”, ha commentato uno degli avvocati di Sullivan, David Angeli. (segue) (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE