LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: accordo rimandato, ma le parti sono vicine

Roma, 16 dic 2015 17:01 - (Agenzia Nova) - E’ stata rimandata la firma dell’accordo su un governo di unità nazionale in Libia prevista oggi a Skhirat, in Marocco. I presidenti dei due parlamenti rivali, Aguila Saleh della Camera dei Rappresentanti di Tobruk e Nuri Abu Sahimin del Congresso nazionale di Tripoli, hanno infatti annunciato ieri a Malta che non accettano “ingerenze esterne” contro “la volontà del popolo libico” e hanno chiesto tempo per “risolvere le questioni in sospeso”. L’impressione è che le parti possano ancora firmare un’intesa nei prossimi giornio addirittura domani. I due schieramenti rivali sembrano però voler seguire la “loro strada” indicata dai colloqui tenuti a Tunisi a inizio dicembre. Secondo questa soluzione, i nomi del nuovo governo libico saranno scelti da una commissione “ad hoc” formata da rappresentanti di Tripoli e di Tobruk, equamente rappresentanti. Si tratta di un percorso alternativo rispetto a quello indicato delle Nazioni Unite, che aveva invece “imposto” delle nomine non accettate da tutte le parti. (segue) (Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE