ENERGIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Energia: Confcommercio, fardello sempre più pesante per imprese

Roma, 29 set 18:10 - (Agenzia Nova) - A partire da oggi, la bolletta dell’energia elettrica peserà ancora di più sui conti delle imprese del terziario. E’ quanto emerge dal consueto aggiornamento trimestrale delle tariffe in tutela dell’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera), secondo il quale è previsto, per il quarto trimestre 2022, un notevole incremento del costo dell’energia elettrica per i consumatori, pari al 59 per cento. I nuovi rincari dell’energia elettrica sono, dunque, l’ennesimo fardello che grava sui conti delle imprese e, in una situazione oggettivamente straordinaria con un conflitto in atto e una volatilità dei prezzi mai registrata in precedenza sui mercati energetici, quest’ulteriore aumento dei costi delle forniture di energia dimostra, ancora una volta, che occorre fare di più. Questo il commento di Confcommercio sull’aggiornamento dei prezzi delle forniture di energia elettrica comunicato oggi da Arera. I recenti provvedimenti adottati dal governo in materia energetica - prosegue la nota - hanno tamponato l’emergenza in atto, ma non sono ancora sufficienti a mitigare adeguatamente gli aumenti di energia elettrica e gas naturale. Bene gli interventi in materia di crediti d’imposta, ma occorre uno sforzo maggiore se si vogliono proteggere le imprese dal caro-energia. L’ultimo decreto energia, infatti, contiene misure utili per fronteggiare l'emergenza energetica, ma quest’ultime vanno rafforzate, potenziando i crediti d'imposta per i "non energivori affinché riguardino compiutamente terzo e quarto trimestre. Sul tema andrebbe poi previsto un maggior ristoro per bollette con incrementi dei costi dei consumi elettrici per kWh superiori al 100 per cento. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE