SPECIALE DIFESA

 
 

Speciale difesa: Ucraina, ministro Esteri Polonia, attacco convenzionale è risposta Nato più sensata ad attacco nucleare russo

Washington, 30 set 13:00 - (Agenzia Nova) - L’uso di armi convenzionali in difesa dell’Ucraina sarebbe la risposta più ragionevole ed equilibrata a un eventuale attacco nucleare della Russia in Ucraina. Lo ha detto il ministro degli Esteri polacco, che conclude una visita ufficiale negli Stati Uniti. Intervistato dall’emittente “Nbc News”, Rau ha parlato di una risposta della Nato “convenzionale ma devastante” nel caso di un attacco nucleare da parte di Mosca. Interrogato se si tratti di una posizione che riflette quella della Nato nella sua totalità, il capo della diplomazia di Varsavia ha risposto di no ma che questa non è un’opinione isolata. "E' troppo presto per parlare di consenso, ma questa è la posizione che sembra essere la più razionale, responsabile ed equilibrata", ha detto Rau. E’ un’opinione non dissimile da quella espressa dal consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jake Sullivan, che ha parlato di conseguenze “catastrofiche” qualora la Russia decidesse di usare armi nucleari. Il ministro polacco ha comunque tenuto a ribadire che “non stiamo parlando di uno scontro nucleare tra Russia e Nato”. A proposito del sabotaggio dei gasdotti Nord Stream 1 e 2, il ministro ha dichiarato che potrebbe trattarsi di un elemento della guerra ibrida contro la Nato. “E’ importante notare che il Nord Stream non è stato danneggiato in acque territoriali danesi, molto vicino ma al di fuori di esse. Questo cambia le cose perché se fosse successo in territorio Nato si tratterebbe di un vero e proprio atto di aggressione”, ha spiegato Rau. (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE