TUNISIA-ITALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Tunisia-Italia: ambasciatore Fanara a "Nova", "priorità a sicurezza, investimenti e cultura" (4)

Tunisi, 16 apr 2018 16:51 - (Agenzia Nova) - Oltre al turismo, un’altra importante voce in entrate per le casse tunisine è rappresentata dall’esportazione dell’olio d’oliva. Tuttavia, in Italia ha suscitato polemiche la decisione dell’Unione europea di importare senza dazi migliaia di tonnellate di olio d’oliva prodotto in Tunisia. Ma in un’ottica di mercato globale, afferma Fanara, Italia e Tunisia possono essere alleati strategici, e non antagonisti, nella produzione di olio d’oliva di qualità. “La decisione dell’Unione Europea di concedere una quota supplementare di 70mila tonnellate di olio a dazio zero nel 2016 e 2017 fu adottata per sostenere l’economia tunisina all’indomani degli attacchi terroristici. Per rispondere alla sua domanda, credo sia importante andare oltre le polemiche e guardare ai dati”, afferma Fanara. Da un lato, prosegue l’ambasciatore, la Tunisia ha sfruttato pochissimo i contingenti extra: secondo i dati della Commissione europea, la Tunisia ha esportato in Europa poco più di 5mila tonnellate extra nel 2016 e nessuna quota supplementare nel 2017. Dall’altro lato, aggiunge il diplomatico, “le olive italiane da sole non bastano per soddisfare il nostro fabbisogno nazionale”. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE