TUNISIA-ITALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Tunisia-Italia: ambasciatore Fanara a "Nova", "priorità a sicurezza, investimenti e cultura" (7)

Tunisi, 16 apr 2018 16:51 - (Agenzia Nova) - In questo contesto assume particolare rilevanza il progetto per l’interconnessione elettrica tra Italia e Tunisia, considerato di importanza strategica per entrambi i paesi. Da molto tempo si parla di un “ponte elettrico Sicilia-Tunisia" che dovrebbe essere realizzato da Terna. Al momento, tuttavia, il progetto “ElMed” non ha ancora visto la luce. “Nel breve periodo, la Tunisia importerà energia dall’Italia per far fronte all’aumento crescente dei consumi interni. Nel lungo periodo, invece, la Tunisia potrà esportare energia verso l’Italia. Con ElMed, in sostanza, l’Italia gioca il ruolo di porta d’accesso da e verso il mercato energetico europeo per la Tunisia”, spiega Fanara. “Ho già lavorato a Roma per il progetto, che ha fatto importanti passi in avanti, dato che è stato selezionato a Bruxelles tra i Progetti europei di interesse comune. Da ambasciatore a Tunisi, continuerò ad impegnarmi per la sua realizzazione, nella consapevolezza che sia possibile conseguirla entro la fine del mio mandato”, afferma il diplomatico. Il progetto “Electricité Mediterranéenne” di interconnessione elettrica fra Italia e Tunisia è stato recentemente rivisto: si è eliminata la componente del polo di generazione in Tunisia e si è previsto, anziché un flusso Tunisia-Italia, un flusso biunivoco. Nel breve termine il cavo servirebbe ad esportare elettricità dall’Italia verso la Tunisia 600 megawatt con possibilità di raddoppio. Il costo stimato è di 600 milioni di euro. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE