IMMIGRAZIONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Immigrazione: direttore dipartimento ministero Interno algerino a "Nova", paese fronteggia flusso senza precedenti (7)

Algeri, 04 lug 2018 18:29 - (Agenzia Nova) - L’Algeria ha una legge che criminalizza l’immigrazione illegale, ma non viene applicata, secondo quanto riferito a “Nova” da un funzionario degli istituti di detenzione. Nessun migrante si trova, infatti, in carcere per reati connessi all’immigrazione, ma soltanto per altro genere di fatti criminosi. Tra i circa 400 mila migranti giunti in Algeria negli ultimi cinque anni al ritmo di circa 90 mila all’anno, alcuni di loro non vengono rimpatriati e con il tacito assenso delle autorità sono impiegati come manodopera. “Agenzia Nova” ha incontrato Ibrahima e Mamadou, originari del Mali, e Oussama, del Niger, che lavorano nel settore dell’agricoltura nell’ovest del paese. Sono tra le poche persone che sono scampate alle ondate di espulsioni delle autorità. “Le cose vanno bene, da quando siamo arrivati abbiamo trovato un lavoro nell’agricoltura”, ha detto Ibrahima a “Nova”, sottolineando “la simpatia del datore di lavoro”. Mamadou, invece, ha espresso il “forte timore” di essere espulso proprio ora che ha trovato un impiego e un salario. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE