GOLFO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Golfo: gli Usa tornano in forze nella regione per dare un segnale all’Iran (5)

Roma, 08 feb 15:24 - (Agenzia Nova) - L’attacco più grave lanciato contro gli Emirati si è verificato il 17 gennaio colpendo un sito stoccaggio della compagnia petrolifera Adnoc e un cantiere nell’aeroporto internazionale di Abu Dhabi, provocando tre morti e diversi feriti. Gli attacchi sono proseguiti nelle settimane seguenti, colpendo anche il 31 gennaio durante la storica visita del presidente israeliano Isaac Herzog. Gran parte dei missili balistici sono stati intercettati dai sistemi di difesa anti-aerea e dalla stessa aviazione emiratina, ma hanno elevato la preoccupazione per la sicurezza del Paese del Golfo, terzo produttore di petrolio dell’Opec e Paese che ospita Expo 2020 Dubai. A seguito degli attacchi a cadenza ormai settimanale, la leadership emiratina ha chiesto a gran voce agli Stati Uniti di inserire nuovamente il gruppo Ansar Allah (il movimento sciita che controlla il nord dello Yemen meglio noto come Houthi, dal nome del suo fondatore Hussein Badreddin al Houthi) nella lista delle organizzazioni terroristiche dopo la contestata rimozione avvenuta nel febbraio 2021, in uno dei primi atti dell’amministrazione guidata da Joe Biden. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE