CORONAVIRUS

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Coronavirus: la risposta italiana e quella dei principali paesi europei a confronto (10)

Roma, 06 mag 2020 13:00 - (Agenzia Nova) - L’approccio dei Paesi Bassi all’emergenza coronavirus può essere sintetizzato con l’obiettivo di controllare l’andamento dei contagi il più possibile al fine di proteggere le categorie più vulnerabili della popolazione. “Se riusciamo a fare questo, possiamo muoverci gradualmente verso una maggiore libertà in una società a 1,5 metri di distanza”, si legge nel portale governativo online che illustra le misure prese dall’esecutivo guidato da Mark Rutte. L’indicazione di massima delle autorità olandesi è quella di stare a casa per quanto possibile, di lavorare da casa e di mantenere sempre la distanza di 1,5 metri dagli altri. Le misure restrittive nei Paesi Bassi sono state estese fino al 19 maggio, con l’eccezione delle scuole primarie che riapriranno dall’11 maggio. Già dal 29 aprile sono state concesse inoltre maggiori libertà ai bambini e agli adolescenti per fare sport e giocare all’aperto. I funerali ed i matrimoni sono ammessi, ma con il limite di partecipazione di 30 persone e sempre con l’indicazione della distanza di 1,5 metri. I grandi eventi sono stati vietati invece fino al primo settembre 2020. Il governo olandese afferma di puntare in ogni caso ad evitare “situazioni irresponsabili” che potrebbero accelerare la diffusione del coronavirus. Fino al 19 maggio saranno chiusi i negozi che vendono cibo e bevande, mentre rimane possibile il servizio di take away. Nei negozi rimasti aperti e nei mezzi pubblici bisogna mantenere la distanza, limitando il numero di persone che può accedervi. Nei Paesi Bassi, al 3 maggio, 40.571 sono risultate positive al coronavirus, mentre è stata superata la soglia delle 5 mila vittime. I laboratori olandesi sono in grado di processare 17.500 test per giorno; controlli che vengono concentrati al momento ai lavoratori nel settore sanitario e che, dall’11 maggio, verranno estesi anche al personale del settore dell’istruzione in vista della riapertura delle scuole primarie. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE