AFGHANISTAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Afghanistan: giornalista afgana Sadid a “Nova”, non riconoscere in alcun modo regime talebani

Roma, 09 set 2021 11:48 - (Agenzia Nova) - I Paesi europei e la comunità internazionale non devono in alcun modo riconoscere il regime dei talebani in Afghanistan, ma “metterli sotto pressione” e imporre loro sanzioni se non rispettano i diritti e le libertà fondamentali. È questo l’appello lanciato dalla giornalista di origine afgane, Lailuma Sadid, che in un’intervista ad “Agenzia Nova” commenta la situazione in Afghanistan dopo la presa di Kabul da parte dei talebani. Lo scorso 7 settembre, gli "studenti" delle scuore coraniche hanno annunciato il nuovo governo (che sarà guidato dal mullah Muhammad Hassan, mentre il vice sarà Abdul Ghani Baradar, il co-fondatore del gruppo estremista islamico), mentre il Fronte di resistenza nazionale guidato da Ahmad Massoud continua a resistere, nonostante l'occupazione da parte dei guerriglieri del movimento estremista del capoluogo della provincia del Panjshir, Bazarak. “Ci hanno riportato indietro al 1996”, sottolinea la giornalista che lavora a Bruxelles per il quotidiano belga “Brussels Morning” e che in passato ha lavorato per l’agenzia afgana “Pajhwok”. “Attualmente la situazione è esattamente la stessa di 20 anni fa. Ogni cosa, ogni sviluppo, ogni risultato è ora a zero. Dopo 20 anni hanno sostituito i talebani con i talebani”, dichiara la Sadid, ricordando come dal 2001 fossero stati raggiunti diversi risultati importanti sul piano dei diritti umani e delle donne: l’accesso alla scuola per le ragazze, la possibilità per le donne di lavorare, maggiori libertà e maggiori diritti per le minoranze. Nell’intervista, la Sadid sottolinea l’importanza del Fronte di resistenza nazionale (Nrf), guidato da Massoud. “Ahmad Massoud, il giovane nuovo leader dell’Nrf, ha lanciato un appello a tutti gli afgani a restare uniti e a combattere per la loro libertà e la democrazia, chiedendo sostegno alla comunità internazionale”, sottolinea la Sadid. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE