CROAZIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Croazia: vicepresidente parlamento Radin a "Nova", nuovo governo Plenkovic orientato verso il centro

Roma, 26 giu 2017 12:30 - (Agenzia Nova) - La nuova coalizione di governo in Croazia - formata dall’Unione democratica croata (Hdz) e Partito popolare croato (Hns) - offre buone prospettive per le minoranze nazionali in quanto “l’asse si è spostato verso il centro”. E’ quanto dichiara, in un’intervista ad “Agenzia Nova”, il nuovo vicepresidente del parlamento di Zagabria, il deputato della minoranza italiana Furio Radin. Secondo quanto spiega nell’intervista Radin, la nomina di un rappresentante delle minoranze nazionali come vicepresidente del Sabor (parlamento monocamerale croato) è un fatto piuttosto inusuale, che si era verificato negli anni subito successivi al conflitto negli anni Novanta “ma che non era mai accaduto negli ultimi 20 anni”. Il vicepresidente Radin ricorda che la sua nomina è stata preceduta da una serie di questioni che andavano risolte, all’interno della nuova coalizione e con il partito al potere. Sin dall’inizio della legislatura (dopo le elezioni dell’11 settembre 2016), i deputati delle minoranze nazionali in Croazia appoggiavano il premier Andrej Plenkovic e il governo della precedente coalizione tra il partito di centrodestra Hdz e movimento Most (Il Ponte). Ma con il passare dei mesi - prosegue Radin - erano emersi alcuni problemi ed “io per primo avevo tolto il voto”, in particolare dopo le dichiarazioni da parte del vicepresidente del partito Hdz, Milijan Brkic, del tipo “qui sono in croati a comandare”, certamente “offensive, in quel dato caso per i serbi, ma in generale per tutte le minoranze”. (segue) (Pav)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE