SPECIALE DIFESA

 
 

Speciale difesa: Cile, attacco informatico alla Difesa, Stato maggiore era già a conoscenza di vulnerabilità del sistema

Santiago del Cile, 29 set 13:00 - (Agenzia Nova) - Lo Stato maggiore congiunto dell'Esercito del Cile (Emco) era a conoscenza fin da luglio del 2021 delle vulnerabilità del sistema informatico che hanno consentito la settimana scorsa la filtrazione di oltre 400 mila documenti riservati di posta elettronica. E' quanto hanno rivelato al portale "Bio Bio" gli stessi pirati informatici autori dell'operazione, il gruppo auto denominato "Guacamaya". Il gruppo afferma che l'attacco al sistema dell'Emco è stato effettuato a maggio e che i vertici dello Stato maggiore sarebbero stati avvertiti in una prima occasione a luglio del 2021 da un rapporto dell'Equipe di risposta a emergenze informatiche del ministero (Csirt) degli Interni. In quell'occasione era stata rilevata una vulnerabilità "ad alto rischio" nel software Exchange. Il mese successivo sarebbe stata la società di cibersicurezza CronUp a segnalare un "errore critico" nei server Exchange che permetteva l'esecuzione di codici da remoto. (Abu)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE