Esteri

Mostra l'articolo per intero...
 
 

L’incredibile storia di Anthony Albanese, “l’italiano” che potrebbe guidare l’Australia (2)

Canberra, 20 mag 12:53 - (Agenzia Nova) - Solo nel 1977, quando era già parzialmente paralizzata da un’artrite reumatoide che avrebbe segnato il resto della sua vita, Maryanne Ellery trovò la forza di raccontare la verità a suo figlio Anthony. Gli disse che suo padre, per quanto ne sapeva, poteva essere ancora vivo. “Credo sia stato molto traumatico per lei”, avrebbe raccontato Anthony in seguito. Il giovane, legato alla madre da un rapporto particolarmente forte, decise tuttavia di non cercare suo padre Carlo. Si risolse a farlo solo nel 2002, alla morte di sua madre, quando già aveva intrapreso la carriera politica entrando in parlamento con il Partito laborista. Del padre conosceva solo il nome, la nazionalità e la nave a bordo della quale lavorava. Attraverso la compagnia marittima della Fairsky, la Sitmar Cruises, riuscì a ottenere un indirizzo. Scrisse una lettera, omettendo di essere il figlio di Carlo, e tempo dopo ricevette una risposta da un avvocato di Barletta. Anthony Albanese decise quindi di partire per la Puglia, e nel 2009 incontrò per la prima volta suo padre (assieme a due fratellastri della cui esistenza era venuto nel frattempo a conoscenza). Carlo Albanese morì di cancro nel gennaio 2014, ma suo figlio riuscì a fargli visita un’altra volta in Italia nel 2013 per dirgli addio. “Durante la campagna elettorale del 2013 Kevin Rudd (leader laborista che sarebbe diventato primo ministro quell’anno) sapeva che sarei dovuto partire da un momento all’altro per salutare mio padre”, avrebbe poi raccontato Anthony. (segue) (Res)
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE