ENERGIA

 
 

Energia: Libia, autorità di Tripoli invitano aziende britanniche a tornare nel Paese

Tripoli, 28 set 10:22 - (Agenzia Nova) - Il ministro del Petrolio e del gas del Governo di unità nazionale (Gun) della Libia basato a Tripoli, Mohamed Aoun, ha parlato con l'ambasciatrice del Regno Unito nel Paese nordafricano, Caroline Hurndall, della cooperazione con le società britanniche e del loro ritorno nel settore petrolifero e del gas libico. In particolare, riferisce un comunicato stampa del ministero tripolino, si è discusso della partecipazione delle principali società dalla Gran Bretagna nel campo dell'esplorazione di petrolio e gas, sia nelle aree onshore (a terra) che in quelle offshore (in mare). Non solo. Aoun ha poi sottolineato “l'importanza di una transizione energetica senza intoppi (…) per ridurre le emissioni di carbonio”, spiegando che il dicastero ha formato al riguardo un comitato “ad hoc” per preparare un documento strategico sulla “visione dello Stato libico” con il contributo della National Oil Corporation (Noc), l’ente petrolifero statale. A sua volta, l'ambasciatrice britannica ha sottolineato l'importanza della sicurezza e della stabilità economica della Libia. Hurndall ha discusso anche delle prospettive per la futura cooperazione nel campo della transizione energetica e dell'uso delle energie rinnovabili in Libia, indicando che le aziende britanniche sono "pronte a contribuire" in questi settori, conclude la nota del dicastero del Petrolio e del gas libico. (Lit)

"L'analisi e il monitoraggio di fonti di informazione, il bollettino sulla stampa internazionale e il notiziario sono fiori all'occhiello di Nova"

Emanuela Del Re
Rappresentante Speciale dell'Unione Europeaper il Sahel
20 luglio 2021


ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE