GUINEA-CONAKRY

 
 

Guinea-Conakry: massacro 28 settembre 2009, agli arresti l'ex leader della giunta militare Camara

Conakry, 27 set 18:53 - (Agenzia Nova) - L'ex leader della giunta militare della Guinea, Moussa Dadis Camara, e diversi co-imputati nel processo relativo al massacro avvenuto il 28 settembre 2009 allo stadio di Conakry durante le proteste dell'opposizione, sono stati posti agli arresti in attesa dell'apertura del processo prevista per domani, giorno dell'anniversario della strage. È quanto riferito all'emittente "Rfi" dai legali di Camara. Camara e i militari a lui fedeli sono accusati di aver ucciso 157 persone e di aver violentato 109 donne che il 28 settembre del 2009 avevano aderito alla protesta organizzata dall'opposizione allo stadio di Conakry contro la candidatura alle presidenziali dell'allora capo della giunta. Secondo l'accusa, l'esercito ha aperto il fuoco contro una folla di 50 mila persone disarmate. Ufficialmente, la giunta di Camara ha riconosciuto non più di 57 morti.

(Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE