ENERGIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Energia: Turchia-Bulgaria, inizio lavori interconnessione gas è un altro passo verso diversificazione fonti (8)

Sofia, 17 apr 2014 14:14 - (Agenzia Nova) - Gli azionisti del South Stream includono Gazprom con il 50 per cento, l’italiana Eni con il 20 per cento, la tedesca Wintershall e la francese Edf con il 15 per cento ciascuno. Gazprom ha stabilito anche joint venture con aziende provenienti da Austria, Bulgaria, Croazia, Slovenia, Grecia, Ungheria e Serbia per la gestione del tratto “onshore” nei territori di rispettiva competenza. Il 6 agosto 2009, Russia e Turchia hanno firmato un accordo intergovernativo per consentire al gasdotto di attraversare le acque territoriali turche del Mar Nero. La Bulgaria, però, nell’ultimo periodo ha stretto i contatti con l’Azerbaigian e l’intensificarsi della cooperazione con la Turchia potrebbe “salvare” Sofia dall’eventuale rinuncia al South Stream. (segue) (Bus)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE