UCRAINA

 
 

Ucraina: Michel, la Russia mente, sanzioni non sono la causa di carenza cibo e fertilizzanti

New York, 23 set 17:32 - (Agenzia Nova) - Le sanzioni verso la Russia non sono la causa della carenza di cibo e fertilizzanti. Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, nel corso del suo discorso all'Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York. "Fu la Russia, già prima della guerra, a ridurre drasticamente le esportazioni di grano e fertilizzanti, favorendo così la volatilità dei prezzi sul mercato mondiale. Fu la Russia a bloccare militarmente i porti del Mar Nero, rendendo impossibile il commercio marittimo", ha detto Michel accusando il Cremlino. "È stata l'Unione europea ad aprire i corridoi di solidarietà stradali, che hanno già spostato più di 10 milioni di tonnellate di cibo fuori dall'Ucraina. Ed è stato l'accordo raggiunto dal segretario generale Onu, Antonio Guterres ad aprire un corridoio navale nel Mar Nero. Contribuendo al calo dei prezzi mondiali e aprendo il rifornimento di Africa, Medio Oriente e Asia", ha aggiunto. "Come se non bastasse, il Cremlino minaccia nuovamente di non estendere l'accordo con le Nazioni Unite. Ancora una volta, le vittime principali saranno i paesi più vulnerabili. In realtà, c'è un modo molto semplice per fermare la crisi alimentare: la Russia dovrebbe fermare la guerra, ritirarsi dal territorio ucraino e togliere il blocco dei porti", ha concluso.
(Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE